Attualità

Il forno a microonde: più di un elettrodomestico

Che tu sia un appassionato di cucina o uno a cui cucinare non piace affatto, c’è un accessorio a cui non puoi rinunciare: il forno a microonde.
Una vera e propria manna dal cielo per chi lavora, questo elettrodomestico ha l’incredibile vantaggio di scaldare, scongelare e cuocere in pochissimo tempo.
Sebbene il microonde sia in commercio dagli anni ’50, è in questi ultimi anni che si è assistito ad una rivoluzione che ha trasformato questo piccolo elettrodomestico da addetto al riscaldamento o scongelamento ad un vero e proprio alleato in cucina.
C’è chi ancora nutre qualche dubbio sui risvolti che l’utilizzo del microonde può avere sulla nostra salute, sebbene numerosi studi abbiano dimostrato che il suo utilizzo non ha nessun riscontro negativo su di noi.
Altri invece non lo utilizzano perché i risultati in termini di sapore e fragranza non sono soddisfacenti.

La funzione Crisp: la rivoluzione nel mondo dei microonde

In effetti con un modello base, che ha come unica funzione la cottura a microonde, i risultati lasciano a desiderare.
Quello che manca è la reazione di Maillard, ovvero l’interazione di zuccheri e proteine durante la cottura.
Per intenderci, è la reazione di Maillar che dora il pane o rende la carne arrosto così appetitosa.
Se cerchi di cuocere un arrosto in un microonde che abbia solo la cottura a microonde il risultato assomiglierà più ad una polpetta bollita… risultato molto lontano da ciò che si desiderava.
Non molto tempo dopo l’invenzione del microonde semplice, venne aggiunto il grill.
Il grill altro non è che una resistenza che, diventando incandescente, permette la doratura delle pietanze; più potente è il grill, migliore sarà il risultato.
Nei microonde di ultima generazione viene montato un grill al quarzo che ha come vantaggio una maggior rapidità nel raggiungere la temperatura massima ed una doratura più uniforme. Queste peculiarità hanno un risvolto positivo non solo sul risultato finale della cottura, ma anche sul piano del risparmio energetico.
Nell’ambito dei forni a microonde, la vera rivoluzione l’ha portata la Whirlpool, l’azienda che ha brevettato la funzione Crisp.
Questa funzione si avvale di uno speciale piatto, chiamato appunto piatto Crisp, che permette di ottenere piatti dorati e croccanti.
Ma come funziona?
Quello che il piatto Crisp fa, in pratica, è diventare rovente e, cuocendo la pietanza anche sotto e ai lati, permette di ottenere un risultato che prima era del tutto impossibile.
Grazie a questa funzione è quindi possibile preparare la pizza, i biscotti, le focacce e tanto altro.
Per conoscere tutti i modelli di forni a microonde con funzione Crisp della Whirlpool puoi visitare questa pagina.

La cucina al microonde

Il grill e la funzione Crisp sono solo due delle funzioni che ormai posseggono i moderni forni a microonde, oltre a
programmi automatici, cottura al vapore e chi più ne ha più ne metta. Il forno a microonde si è trasformato in uno strumento importantissimo che, al risparmio di tempo ed energia, affianca anche ottimi risultati.
E, se un tempo era impensabile cuocere le lasagne al forno a microonde, oggi c’è che ci cuoce arrosti, crostate e patate arrosto.
Per i più esigenti ci sono anche i programmi di fermentazione che permettono di preparare lo yogurt fatto in casa o far lievitare gli impasti.
Non sono quindi tardati ad arrivare libri o blog incentrati proprio su come cucinare al microonde, con miriadi di ricette semplici, veloci e super gustose.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock