La giunta di Foggia è completa: il nono assessore è Cinzia Carella

Giunta Landella: ecco chi è il nono assessore

Foggia Reporter

Foggia – Il sindaco di Foggia, Franco Landella, nomina Cinzia Carella assessore con delega al Servizio di Polizia Locale ed Amministrativa–Sicurezza.

Con il decreto sindacale n. 29 del 26 agosto 2019, il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha nominato Cinzia Carella assessore con delega al Servizio di Polizia Locale ed Amministrativa–Sicurezza.

“Con la nomina di questa mattina la squadra assessorile è al completo – ha spiegato ieri il primo cittadino del capoluogo dauno -. La dott.ssa Carella è stata indicata dai tre consiglieri che nei giorni scorsi si sono autosospesi dalla Lega.

È bene sottolineare che si tratta di una situazione del tutto eccezionale che si è creata in concomitanza con l’insediamento della consiliatura all’interno di un importante partito della coalizione di centrodestra che ha vinto le elezioni amministrative.

Quest’ultima nomina non spalanca di certo le porte ad una futura Giunta nominata da consiglieri comunali, che variando la propria posizione possono cambiare la geografia e la composizione dell’esecutivo di Palazzo di Città. Anzi, auspico, che tale situazione possa favorire un dialogo tra I consiglieri comunali che si sono autosospesi dalla Lega e il partito.

Adesso che la squadra del governo cittadino è al completo si può continuare a lavorare nell’esclusivo interesse della città dopo il mandato ottenuto dai cittadini. Ai consiglieri del centrosinistra che mi hanno accusato di non rispettare le quote rose all’interno della Giunta – puntualizza il sindaco Landella – consiglio di dare uno sguardo a quello che accade alla Regione Puglia, dove il governatore Michele Emiliano può contare sulla collaborazione di una sola donna su nove assessori. Evidentemente il PD non mette in pratica ciò che dice.

E sulla polemica di tener bloccata la macchina amministrativa, rispondo ai consiglieri di minoranza che la Giunta si è riunita nel giorno di Ferragosto, per ricominciare a lavorare per la città e per i suoi cittadini mentre qualcuno, probabilmente sotto l’effetto dell’insolazione e del caldo d’agosto, inviava comunicati balneari”.