Gentile agguanta il pareggio: allo Zaccheria, con il Gravina, termina 3-3

Satanelli che trovano il pareggio nei minuti finali

Foggia Reporter

È un Foggia confuso quello che scende in campo nella sfida contro il Gravina. Gli ospiti, al 3’, passano subito in vantaggio con Santoro, originario di San Giovanni Rotondo.

I rossoneri accusano il colpo tanto da concedere il doppio vantaggio al Gravina al 16’, sempre con il ‘solito’ Santoro. I ragazzi di mister Corda provano a reagire.

Proprio in area di rigore, al 29’, Viscomi prende un pugno alla testa dal portiere avversario in uscita su una palla. Attimi di paura che lasciano lo Zaccheria in silenzio. Il giocatore, portato agli Ospedali riuniti di Foggia per gli accertamenti del caso, ha riportato un trauma cranico.

Al suo posto subentra Anelli che, al 35’, accorcia le distanze. Ma la reazione degli ospiti non tarda ad arrivare. Ennesima doccia fredda per i satanelli che al 41’ vanno nuovamente sotto di due gol a causa di Santoro. 

Prima della ripresa, mister Corda effettua tre cambi:  Staiano al posto di Kourfalidis Cadili per Di Masi e Iadaresta al posto di Russo. Al 23’ della ripresa il Gravina rimane in 10 per espulsione di Di Modugno su doppia ammonizione. I rossoneri partono in attacco e al 28’ della ripresa Anelli accorcia nuovamente le distanze e fa sognare lo Zaccheria.

Ma non finisce qui. Infatti, al 36’ del secondo tempo l’arbitro concede un rigore ai padroni di casa realizzato da capitan Gentile. Il Calcio Foggia pareggia i conti. Nei minuti finali i rossoneri cercano di guadagnare i 3 punti, ma la gara termina sul 3-3.