Foggia Reporter

Agenti della Polizia di Stato della Sottosezione Polizia Stradale di Vieste e Foggia, nei giorni 11-12 e 13 ottobre,  hanno effettuato servizi di alto impatto  in agro di Manfredonia e Vieste per prevenire e/o reprimere  ogni tipo  di illegalità al volante ed i comportamenti di guida più pericolosi e garantire la circolazione in condizioni di massima sicurezza, cercando di dare nuovo impulso al contenimento del fenomeno infortunistico.

Sono stati controllati  nr. 165 veicoli e 195 persone;  elevate   nr.  95 contravvenzioni per scorretto comportamento alla guida e/o anomalie documentali, con  decurtazione di 125 punti alle patenti di guida.

Sono state ritirate 4 patenti di guida,  3 carte di circolazione e sottoposti a fermo amministrativo 3 veicoli per violazioni alle normative del Codice della Strada.

Cinque le persone sanzionate ai sensi dell’art.  173  C.d.S.  perché sorprese alla guida utilizzando il telefono cellulare.

Nella serata dell’11 Ottobre u.s. è stato denunciato, per false attestazioni a pubblico ufficiale sulle proprie generalità,  un pluripregiudicato di Manfredonia sorpreso alla guida con patente revocata, nel 2002,  per mancanza dei requisiti morali  che,  nel corso del controllo, ha fornito  dati identificativi appartenenti all’ex proprietario del veicolo da lui condotto ed acquistato,  possessore di regolare Patente.

 Gli   operatori   della   Polizia   Stradale,   insospettiti   dal  comportamento   del   soggetto   che mostrava  evidenti  segni  di  nervosismo   ed   agitazione,  hanno  proceduto  ad  una  serie  di verifiche e  controlli  incrociati  presso  le  banche dati  della motorizzazione, dell’A.C.I. e dello S.D.I. in seguito alle quali è emersa la vera identità del pregiudicato manfredoniano  al quale, ai   sensi   dell’art.  116/ 15-17  ( guida   con  patente  revocata ),   è  stata  inflitta  una  sanzione amministrativa di euro 5110,00 e  sottoposto a fermo amministrativo il veicolo.