Cultura e territorio

Foggia, la migliore scuola di equitazione del Mezzogiorno si trovava qui

Foggia – Era affidata al maestro Giuseppe Celino, la scuola di equitazione più in vista del sud negli anni Cinquanta.
Nel mese di Aprile del 1955 funzionava brillantemente a Foggia la scuola di equitazione affidata al maestro Giuseppe Celino che proveniva da una del Nord, già regolarmente qualificata dalla Federazione Italiana Sport Equestri.
La scuola era ospitata nei locali dei Cavalli Stalloni e gli impianti erano costituiti da un ampio maneggio coperto di 30×50, da varie piste e maneggio scoperto, rappresentavano il meglio che c’era unica ed esistente nell’Italia meridionale: quella di Napoli fu distrutta dalla furia bellica e non disponeva di un maneggio coperto.
L’importanza di simile attrezzatura non solo garantiva l’incolumità degli allievi principianti e delle persone anziane, ma rendeva possibile di praticare lo sport anche in condizioni climatiche avverse. Oltre ai cavalli di proprietà della scuola erano adoperati anche cavalli di proprietà degli allievi che, se regolarmente iscritti o soci della scuola potevano mantenere i propri cavalli in pensione a prezzi molto convenienti o curarne direttamente la custodia.
Molti erano gli iscritti e molti furono i giovani come amazzoni e cavalieri che avveniva per le altre scuole la Federazione Italiana Sport Equestri (C.O.N.I) che traeva gli elementi migliori per le competizioni equestri nazionali ed internazionali in cui le squadre italiane hanno sempre affermato la loro superiorità e qualità di preparazione e di scuola. In Italia funzionavano venti scuole riconosciute dalla F.I.S.E..
Purtroppo nell’Italia Meridionale c’erano solo Napoli e Foggia, constatazione questa che mette in evidenza che quanto ciò costituisce un indiscusso vanto della Capitanata dove non solo l’allevamento del cavallo ma anche l’arte dell’equitazione, sono stati sempre praticati per la passione dei suoi cittadini.
Ai giovanissimi fu affidato il compito di affinare queste squisite qualità che costituivano una autentica tradizione. Una delle più brillanti allieve era nel salto ad ostacolo l’universitaria Anna Maria Corrado.
Articolo a cura di Ettore Braglia, cultore di storia locale

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock