Foggia, picchiava e perseguitava ex moglie e figli: arrestato 42enne

Dopo tanti anni di inferno, l'incubo è finito

Foggia Reporter

Orrore a Foggia: una bruttissima vicenda famigliare sta scuotendo la città di Foggia: arrestato 42enne foggiano per maltrattamenti e atti persecutori nei confronti dell’ex moglie.

Finalmente l’incubo è finito per una donna e i suoi tre figli minorenni, da anni, perseguitati e picchiati dal compagno di lei.

Importantissima per le indagini, coordinata e diretta in applicazione della recente normativa sul codice rosso, la querela formalizzata negli scorsi mesi dalla donna che agli investigatori della sezione “reati contro la persona” della Squadra Mobile di Foggia, riferiva di condotte vessatorie, offensive, umilianti e spesso molto violente che subiva ormai da dieci anni di matrimonio.

Le dichiarazioni della donna hanno trovato riscontro nel racconto di alcuni testimoni, nonché da alcuni interventi di polizia effettuati in occasioni dei continui litigi della coppia. Per queste ragioni la vittima aveva avviato un procedimento di separazione e si era trasferita presso l’abitazione materna, portando con sè i figli.

Da quel momento sono iniziati per lei anche continui episodi di stalking con appostamenti sotto la sua abitazione. Il 42enne foggiano più volte, nel cuore della notte, si è presentato dall’ex moglie citofonando insistentemente.

Inoltre, l’uomo, minacciava continuamente la donna di toglierle la custodia dei figli. Una storia che fa rabbrividire. Si aggiungano poi le insistenti intimidazioni rivolte anche ai bambini, minacciati di essere rinchiusi in una casa famiglia.

Dalle indagini, inoltre, è emerso che il 42enne ha colpito con un pugno anche il nuovo compagno della donna.

Dopo anni di inferno, l’incubo è finito: la vittima ha raccontato tutto alla polizia favorendo così l’arresto dell’ex marito e ritrovando la serenità.