Attualità

Eliminazione delle barriere architettoniche a Foggia, prevista mappatura dei principali edifici pubblici della città

Foggia – Con la delibera 131/2020, la Giunta comunale di Foggia ha approvato la documentazione del Piano integrato di individuazione delle azioni finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche. In particolare è prevista la mappatura dei principali edifici pubblici della città di Foggia, così come previsto dal decreto legislativo 41/86 e dalla legge 104/92, che porterà all’adozione del PEBA, il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche.

La normativa italiana, con la successiva legge 503/1996, ha identificato le barriere architettoniche negli ostacoli fisici che creano difficoltà e disagio a chiunque, negli elementi che limitano o impediscono a chiunque la comoda e sicura utilizzazione di parti, attrezzature o componenti e nei luoghi in cui sono assenti accorgimenti e segnalazioni che permettono l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque.

“Migliorare la vita di chi ha una mobilità ridotta è una conquista per tutta la collettività, perché spesso le barriere non sono soltanto fisiche, ma anche mentali – dichiara il sindaco di Foggia, Franco Landella -. In questo modo la città favorisce lo sviluppo di abilità, di competenze e di situazioni come l’inclusione e la partecipazione.

L’inclusione diventa quindi condizione di benessere, grazie all’eliminazione di barriere, favorendo fattori come confort, sicurezza, riconoscibilità, comunicatività e piacevolezza, che, come stabilito anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, concorrono al raggiungimento del cosiddetto benessere inclusivo.

Con il PEBA, un piano fondamentale e decisivo per partecipare ai bandi regionali, nazionali e comunitari, riusciamo finalmente a dare attuazione alle leggi che già trent’anni fa prevedevano l’eliminazione delle barriere architettoniche. Un grazie va al consigliere delegato ai Lavori Pubblici, Francesco Morese, e all’area tecnica diretta dall’ingegner Paolo Affatato che sono al lavoro per l’attuazione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche”. 

Il PEBA ha come obiettivo generale quello di portare alla conoscenza le criticità presenti sul territorio, al fine di poter programmare concretamente le azioni di progettazione volte all’innalzamento della qualità dei servizi, per giungere a definire risposte capaci di garantire una città maggiormente accessibile. I criteri generali di progettazione riguardano non solo gli edifici pubblici (tra cui le scuole), in cui saranno rilevate le criticità e i relativi interventi da effettuare, ma anche marciapiedi e attraversamenti, percorsi in spazi pubblici, pavimentazione, rampe, arredo urbano e parcheggi, ma anche indicatori sensoriali, percorsi tattili e attraversamenti semaforizzati. 

È partito, inoltre, un percorso di confronto con le associazioni cittadine che si occupano di disabilità e che porterà ad una condivisione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, anche da un punto di vista tecnico in cui i componenti delle associazioni avranno un ruolo attivo nella stesura del PEBA.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock