Il Foggia non trova la vittoria: contro la Paganese finisce 2 – 2

Niente di fatto per gli uomini di Roberto de Zerbi, la prima giornata di ...

Foggia Reporter

Niente di fatto per gli uomini di Roberto de Zerbi, la prima giornata di ritorno del Campionato di Lega Pro termina sul 2 a 2.

I satanelli non hanno saputo concretizzare le tante occasioni ottenute nel corso della gara, rei di costruire gioco, ma di non mantenere le lucidità sotto porta e soprattutto di subire le ripartenze di una Paganese che, seppur in difficoltà, ha costruito le giuste trame per mettere in crisi la retroguardia dei padroni di casa.

2 punti su 6, portati a casa dal Foggia nelle ultime due partite, per giunta entrambe casalinghe; un bottino magro, che non soddisfa a pieno i tifosi rossoneri che sognano la tanto agognata serie cadetta e che ieri avrebbero voluto un Foggia più lucido, dopo il pareggio con la Juve Stabia di domenica scorsa, ma cosi non è stato.

In settimana, Roberto de Zerbi, con un pizzico di rammarico, ha commentato il pareggio con la Juve Stabia giustificando la cattiva prestazione, a fronte di un gran margine di miglioramento – “”I primi quarantacinque minuti è andata benissimo, abbiamo preso un gol con un tiro della domenica, macinato gioco in velocità creando dei pericoli alla Juve Stabia, pareggiato, non abbiamo avuto la bravura e la fortuna di andare a prenderci il vantaggio, la seconda parte di gara, invece, siamo stati meno pericolosi, abbiamo avuto, forse, meno impatto fisico sull’avversario e creato non pochissimo ma poco rispetto a quello che potevamo fare” – ma, nonostante queste premesse, il Foggia non è riuscito a portare a casa i tre punti contro la Paganese

Primo tempo da dimenticare per i padroni di casa che, nonostante la fitta trama di passaggi, si sono resi protagonisti di sole due occasioni da gol: un tiro da fuori del capitano Cristian Agnelli e una girata di testa del bomber Pietro Iemmello finita fuori per questione di centimetri.

La Paganese sfrutta un contropiede che coglie impreparata la difesa del Foggia e cosi Caccavallo si invola verso la porta difesa da Narciso e, con freddezza, calcia con potenza e segna grazie anche alla complicità di Gigliotti che spinge il pallone alle spalle dell’estremo difensore rossonero. Al 26° del primo tempo la Paganese passa in vantaggio.

Sarno getta alle ortiche un rigore colpendo il palo alla destra del giovane portiere Borsellini e la Paganese, sfruttando ancora una volta un contropiede, raddoppia con Caccavallo, aiutato da un’uscita fuoritempo di Narciso.

Nel secondo tempo la storia cambia, De Zerbi getta nella mischia i nuovi innesti del mercato di gennaio, Vacca e Chiricò e tenta il tutto per tutto. Uno sciagurato retropassaggio al portiere della squadra ospite e l’arbitro concede una punizione dentro l’area piccola per il Foggia, batte Iemmello che non può sbagliare: i satanelli accorciano le distanze.

Il nuovo arrivato Cosimo Chiricò si mette in mostra e, eludendo la difesa degli uomini di Grassadonia, segna un gran gol a giro che riporta la gara in parità. Ora il Foggia non deve fare altro che vincere, ma questo non accade. La partita termina sul 2 a 2 e Pietro Iemmello nel finale divora letteralmente un gol già fatto che manda su tutte le furie i tifosi.

Nella partita di ieri de Zerbi ha ottenuto conferme sui nuovi arrivati Vacca e Chiricò, protagonisti di un’ottima prestazione, ma forse dovrà fare i conti con la condizione fisica dei suoi “fedelissimi”, primo tra tutti il capitano Agnelli apparso decisamente sottotono.

Tabellino: 
26’pt aut. Gigliotti,
37’pt Caccavallo,
14’st Iemmello,
16’st Chiricò