Attualità

Foggia non è sola, tante le associazioni che parteciperanno alla marcia antimafia del 10 gennaio

Foggia – In questi giorni tantissime associazioni si stanno mobilitando per partecipare all’importante manifestazione antimafia di Libera del 10 gennaio.

Sarà presente la Fondazione Monti Uniti: “i recenti e gravissimi fatti di cronaca rendono indispensabile la partecipazione alla manifestazione di Enti, Istituzioni, Associazioni e liberi cittadini, per reagire con coraggio e determinazione alla violenza criminale di questi ultimi giorni.

La Fondazione, da sempre in prima linea nella diffusione della cultura della legalità, dando seguito alle numerose iniziative promosse per sostenere tutte le realtà del territorio attive nel contrasto alla criminalità organizzata, sarà presente in piazza il giorno 10 gennaio ed invita tutti i cittadini a partecipare con coraggio alla mobilitazione e a non lasciare sole le vittime di queste atroci sofferenze”, comunicano dalla fondazione foggiana.

Anche l’associazione Fareambiente aderisce alle iniziative dedicate alla legalità, dopo gli ultimi, gravi, episodi che hanno colpito la nostra città. Secondo i responsabili di questa importante realtà territoriale è fondamentale aderire alla manifestazione del 10 gennaio 2020, promossa da Libera, per dare un segnale forte, collettivo contro gli atti criminosi.

Il responsabile Dott. Bacchelli sottolinea l’impegno di Fareambiente con un suggerimento significativo: “La nostra proposta è quella di costituire un piano sociale di zona con un tavolo allargato alle associazioni ed alle parrocchie. Tutto ciò al fine di contrastare la criminalità con piani socio educativi e progetti socialmente utili”.

Quindi la richiesta dell’associazione ambientalista “Fareambiente” è quella di formare un tavolo permanente dedicato, in piena collaborazione e sinergia con l’assessorato alle politiche sociali e con tutte le realtà associative e civiche del territorio pronte a dare un contributo concreto alla città.

A sfilare a Foggia anche i sindacati Cgil Cisl e Uil. Sul fronte politico in prima linea troveremo il circolo di Fratelli d’Italia Leonardo Manzi, presieduto da Peppino Pedarra.

“La manifestazione di Libera a Foggia non deve essere motivo di polemica politica ma di riflessione. La sensibilità di ognuno può manifestarsi nel modo migliore secondo i principi riconosciuti dall’ordinamento. Abbiamo sempre fatto tesoro di questo concetto e le nostre convinzioni politiche sono sempre state in linea con il rispetto di manifestare liberamente.

Certamente alcuni strumentalizzeranno queste iniziative ma Foggia ha bisogno di tutti per un risveglio sociale. Noi non abbiamo timori né bisogno di esibire false critiche visto che Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni è sempre stata in prima linea contro la criminalità e la corruzione. Le nostre azioni devono essere finalizzate per dare un buon governo, abbiamo il dovere di cambiare il presente con il buon esempio perché i nostri figli possano domani continuare a vivere in questa città. Rivoluzioniamo la nostra quotidianità mettendo al primo posto il bene comune!”, queste le sue parole.

Anche il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla aderirà alla mobilitazione organizzata a Foggia da Libera.

“Partecipare alla mobilitazione – precisa – è un dovere civile e morale. Oggi siamo chiamati tutti a reagire con coraggio e determinazione alla violenza criminale che sta colpendo la nostra terra. È compito delle istituzioni farsi portavoce dei principi della legalità. E di fronte a questo impegno non bisogna retrocedere”.

Non si tira indietro neppure Confartigianato Foggia che parteciperà alla manifestazione contro le mafie e l’illegalità in programma nel capoluogo dauno. “Aderiamo convintamente ad un momento di aggregazione di tutte le forze sane di Foggia e della Capitanata, che desiderano stare insieme per dire no al clima di sopraffazione con cui la criminalità vuole ammorbare un territorio che può e deve reagire. E’ giunta l’ora di unire, finalmente, le forze in una terra dove troppo spesso le divisioni non hanno fatto altro che soffocare le opportunità di crescita e magari indirettamente favorire coloro i quali traggono vantaggi operando nell’ombra dell’illegalità.

Non è solo lo Stato a dover dare risposte concrete e risolutive sotto il piano della sicurezza in Capitanata, ma tutti i cittadini, a cominciare dal loro comportamento quotidiano all’interno della Comunità di cui fanno parte. L’illegalità si sconfigge solo se tutti gli attori in causa cooperano affinché questo risultato si possa ottenere concretamente.

Venerdì 10 gennaio noi ci saremo così come ci saranno tante altre forze positive del territorio: dai giovani alle associazioni, dagli Enti ai sindacati, dal mondo della formazione a quello del lavoro. Senza distinzioni e con l’esortazione a partecipare massicciamente ad un evento che non deve restare una meravigliosa risposta contro le mafie che violentano la nostra terra, ma l’inizio di un percorso virtuoso che ci veda tutti uniti, quotidianamente, senza sosta, a dare il nostro concreto contributo per liberare Foggia e la Capitanata da un’odiosa cappa oppressiva, per restituirle dignità e trasformarla in una terra di opportunità.

Che non lasci andar via i propri figli e dove chi resta possa vivere e lavorare per creare le condizioni di un futuro migliore senza dover avere più paura per la propria incolumità e quella dei propri familiari, senza più temere di vedere i propri sacrifici andare in fumo o saltare in aria, senza più avere paura di essere solo”, si legge in una nota di Confartigianato Foggia.

Il 10 gennaio sarà presente anche Anpi Capitanata, i circoli di Legambiente e le varie associazioni studentesche di Foggia e di Puglia. “Non siamo più disposti a sopportare le vessazioni delle mafie del nostro territorio: alla risposta massiccia dello Stato, che ha tratto in arresto numerosi esponenti della criminalità organizzata locale, è seguita una terribile controffensiva. Da giorni siamo sotto assedio: ogni giorno sentiamo scoppi, e in un orario di punta abbiamo assistito inermi ad un’esecuzione in piena regola.” dichiarano Michele Cera e Jacopo lo Russo, di Link e Unione degli Studenti Foggia. 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock