Cultura e territorio

Foggia come non l’avete mai vista nelle creative grafiche della pagina Instagram lxxi.c

Foggia – I Beatles che attraversano la strada e sullo sfondo Piazza XX Settembre, non è a Abbey Road a Londra. Siamo a Foggia, all’ingresso della “Piazzetta” in via Duomo. Il palazzo rosa di via Napoli conosciuto da tutti come “il Palazzo di Barbie” con camera da letto e salotto dell’iconica bambola bionda in bella vista.

E ancora Harry Potter che sulla sua fedele scopa sfreccia a tutta velocità sui tetti del centro di Foggia per cercare di prendere il boccino d’oro. No, non stiamo fantasticando. I ragazzi della pagina Instagram lxxi.c (71.100) amano giocare con i luoghi simbolo del capoluogo dauno realizzando creative e colorate grafiche che lasciano tutti a bocca aperta.

Abbiamo cercato di saperne di più scambiando alcune chiacchiere con i creatori della pagina, quattro ragazzi foggiani che preferiscono mantenere l’anonimato.

Parlateci di questa pagina, come e perchè è nata?

Questa pagina nasce in una semplice serata estiva tra amici. L’idea era quella di portare dei contenuti ancora assenti sui social del panorama foggiano.

Se doveste descrivere con tre aggettivi il vostro progetto social, quali sarebbero?


Indubbiamente “creatività”; poi “leggerezza” e “ironia” poichè spesso i nostri post sdrammatizzano su aspetti poco positivi della città.

Come scegliete le foto da realizzare e pubblicare?

Per la realizzazione dei nostri post o partiamo da una bella foto (scattata da noi in passato, trovata sui social, o inviata dai nostri follower) e la trasformiamo con il nostro stile, oppure partiamo da un’idea iniziale e cerchiamo di scattare la foto giusta nel posto giusto.

Da dove prendete ispirazione?

Essendo più persone, l’ispirazione arriva dalle fonti più disparate: serie tv o film, ricordi d’infanzia o quadri famosi.

Ci spiegate come nasce un vostro post?

Facciamo più prove e quando una grafica convince tutti e quattro noi, allora la postiamo. I nostri post non seguono una logica tematica fissa, che non sia quella della cultura foggiana.

Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati per il vostro progetto?

Come obiettivo primario ci sarà quello di continuare a crescere e diventare un riferimento tra le pagine foggiane, proponendo sempre contenuti di qualità. Raggiunta una certa notorietà, punteremo a portare i nostri lavori anche al di fuori di Instagram.

Pensate che queste foto un giorno possano diventare poster o stampe per un e-commerce?

Si, ancora non abbiamo comunicato niente in modo ufficiale sulla nostra pagina, ma abbiamo già dei progetti in mente e a breve inizieremo a muoverci in questa direzione. Come base ci saranno le grafiche viste sulla pagine, e non solo.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock