Foggia, Gino Lisa: tutto pronto per l’allungamento della pista

Gino Lisa: può iniziare il conto alla rovescia

Foggia Reporter

Foggia – Finalmente qualcosa sembra concretizzarsi intorno alla questione Gino Lisa e al suo allungamento della pista.

Ieri mattina la notifica definitiva dell’atto di esproprio ai proprietari dei terreni da parte di un funzionario di Aeroporti di Puglia che ha incontrato i legali nell’aerostazione di viale degli Aviatori.

Il primo passo è la bonifica dei terreni, operazione necessaria su un’ex area militare qual è stato per cinquant’anni l’aeroporto foggiano. Giorni fa ecco cosa scriveva Antonio Vasile, vicepresidente di Aeroporti di Puglia: “Riusciremo a completare l’aeroporto Gino Lisa nei tempi previsti, siamo alle prese con un consistente ritrovamento di ordigni bellici”.

Lo scalo foggiano, infatti, durante il secondo conflitto mondiale, rappresentò un obiettivo molto sensibile e, come la stazione ferroviaria, risentì molto delle incursioni aeree da parte, soprattutto, degli Alleati.

Per i foggiani il Gino Lisa è un tasto dolente, troppe promesse, troppi proclami e troppi anni passati in cerca di risposte e di interventi. Quando si parla dell’aeroporto foggiano lo si fa con toni di rassegnazione. Si pensi che la posa della prima pietra risale al 12 aprile scorso.

In vista delle elezioni il Gino Lisa è diventato uno dei primi punti caldi di molti programmi politici ma i foggiani sono stanchi di false promesse vogliono concretezza.

Ora i riflettori sono puntati sugli espropri, essenziali per dare inizio, finalmente aggiungiamo, alle operazioni. A tal proposito Vasile scrive: “Per quanto riguarda gli espropri sono state già acquisite il 70% delle aree”, un dato importante quindi che, ci auguriamo non si fermi.

Se tutto va bene, secondo i tempi previsti, l’allungamento pista di quattrocentro metri, inizieremo a vederlo nei primi mesi del nuovo anno.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno