Cultura e territorio

Settembre, mese di partenze: bagagli pieni di speranze e Foggia sempre nel cuore

Foggia – Settembre è il mese dei cambiamenti e dei nuovi inizi. Tanti ragazzi foggiani, in questi giorni, stanno facendo i bagagli per trasferirsi in nuove città e iniziare una nuova avventura, lavorativa o universitaria. O per chi già abita al Nord, questo è il mese del ritorno.

Condividiamo con voi una bellissima lettera di una ragazza foggiana inviata alla pagina Facebook “Inchiostro di Puglia”: “Ho due cuori. Uno è del Nord, indipendente e impegnato, libero e incasinato. Si sposta in metro o scansa, in bici, i binari del tram. Profuma di spritz e pioggia, di libri e piatti caldi.

L’altro è terrone. Sà di salsedine e arance, profuma di gelsi, di fichi e di uva. Ha il colore dei pomodori maturi e la consistenza del pane cotto a legna. Batte lento perchè non ha mai fretta di arrivare, perchè chi aspetta può aspettare.

Ho due cuori che non si amano tanto. Quando uno batte, l’altro tace. Quando è il momento di partire, nulla batte. Ti senti morire. Prima o poi faranno pace. Ciao Puglia”.

Foggia avrà tanti difetti ma è pur sempre la nostra culla, il nostro nido tranquillo, il porto in cui ripararci ritrovando gli affetti e i sorrisi di sempre. Foggia è la nostra casa, la Puglia è la nostra meravigliosa terra, una regione che dà sempre senza mai chiedere in cambio.

Per i fuorisede Foggia, a volte, rappresenta una città dalla quale voler scappare, troppo stretta, a tratti soffocante, un microcosmo da abbandonare. Eppure, è una città che sà farsi amare e ci riesce perfettamente soprattutto quando le volti le spalle.

Chi vive fuori e torna a Foggia, anche se per pochissimi giorni, riesce a riscoprire e ad apprezzare veramente le sue tante bellezze, le sue tradizioni, la sua storia e la sua forza. Riesce a comprendere, realmente, quanto sia importante.

Perchè potremo trovare lavoro altrove, conoscere nuova gente, iniziare una nuova vita, cambiare le nostre abitudini, ma Foggia sarà sempre casa.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock