Cultura e territorio

Foggia, c'era una volta la Farmacia Accettulli

Foggia – Avete mai sentito parlare della Farmacia del signor Accettulli? Probabilmente no, ma non preoccupatevi sappiate che ha chiuso i battenti ben 89 anni fa.

Eppure, di questa attività commerciale, se ne parla tutt’oggi e i motivi sono davvero tanti. Il Signor Accettulli, come amava spesso ricordare, partì quasi con nulla e da questo nulla seppe portare avanti una delle Farmacie più importanti dell’epoca.

Pensate che la Farmacia aprì nel 1877, come riportato sullo stemma, del quale parleremo più avanti.

La Farmacia sorgeva all’angolo tra via Nicola Parisi e Piazza XX Settembre. Ancora oggi, sui banchi di alcuni antiquari, è possibile trovare strumenti e contenitori di vetro con sopra impresso lo stemma della famiglia.

Anche il palazzo, dove sorgeva la farmacia, riporta ancora uno stemma con scritto “lavoro e perseveranza” che, a dispetto del tempo, ancora svetta in prossimità di Piazza XX Settembre.

Lo stemma della famiglia era rappresentato da un compasso aperto attraversato da due alabarde. Gli ornamenti sono rappresentati ai lati dello stemma da due cordoni con nodi di Savoia. Su ogni accessorio prodotto dalla farmacia vi era la frase “INIZIAI QUASI CON NIENTE – PROGREDII CON POCO – MODESTAMENTE SUPERAI I PIU’ FORTI.”

Lo stemma si trova anche al cimitero di Foggia dove oggi riposano i coniugi Raffaele Accettulli e sua moglie Teresa Albanese.

Fonti: Bettinelli, Aiezza, Mangano

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock