Nardella

Foggia e le sue vie: Evemero Nardella, compositore e cantante foggiano

Torniamo a parlarvi di Foggia e le sue vie: oggi parliamo del foggiano ...

Foggia Reporter

Torniamo a parlarvi di Foggia e le sue vie: oggi parliamo del foggiano Evemero Nardella. A lui il comune di Foggia ha dedicato una via nei pressi di Piazza Aldo Moro. Ma chi era Nardella?

Everemo Nardella nacque a Foggia il 25 settembre 1878. Fù un compositore e cantante, autore di moltissime musiche napoletane. Musicò soprattutto poesie, scritte da grandi poeti partenepoi come Murolo e Bovio.

Direttore d’orchestra e compositore. Si impegnò a mettere in musica le parole dei più grandi poeti del suo tempo, realizzando così anche alcune delle più belle canzoni della musica napoletana.

Le sue canzoni più famose sono:

Suspiranne, con testo di Ernesto Murolo;
Surdate, con testo di Libero Bovio;
Chiove, con testo di Libero Bovio;
A furastera, con testo di Libero Bovio e Ernesto Murolo;
O paese ‘e Maria, con testo di Gennaro Ottaviano;
Ammore ‘e femmena, con testo di E. A. Mario;
Buonasera ammore, con testo di Rocco Galdieri;
Che t’aggia di’!, con testo di Corrado Della Gatta;
Mmiez’ ‘o ggrano, scritta con Eduardo Nicolardi;
Matenata, con testo di Ernesto Murolo.

Fù anche incaricato di comporre l’inno Albanese durante il brevissimo Regno d’Albania.
Nardella morì il 23 aprile del 1950 a Napoli

Fonte: wikipedia