Cronaca

Foggia, mandava giovani ragazzi a chiedere il pizzo: arrestato 34enne

Foggia – Arrestato T. A. D’Angelo, per gli inquirenti vicino al clan Moretti, accusato di aver chiesto il “pizzo” ad un commerciante.

Gli agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno notificato una misura cautelare in carcere nei confronti di D’Angelo, 34 anni, con precedenti penali, accusato di essere il mandante di un’estorsione avvenuta nel mese scorso ai danni dei titolari di un esercizio commerciale foggiano.

Nel mese di dicembre, per la suddetta estorsione, vennero arrestati due 18enni foggiani incensurati.

D’Angelo, già ai domiciliari per reati collegati ad armi e droga, sarebbe stato coinvolto in diverse telefonate con i due 18enni, anche poco prima di ritirare il pizzo, e da intercettazioni ambientali in carcere.

Lo scorso 1 dicembre, uno dei proprietari del negozio in questione, nel rincasare, aveva trovato sul proprio portone una busta contenente una lettera minatoria che pretendeva la somma di 200 euro.

Sempre nella lettera veniva specificato che l’emissario si sarebbe presentato presso il  locale per il pagamento simulando l’acquisto di 5 buste per lettere.

In effetti, nel corso della serata del 5 dicembre gli operatori della Squadra Mobile di Foggia notavano un giovane entrare nel negozio e ritirare le 5 buste per lettere, all’interno delle quali erano state inserite 2 banconote da 100 euro.

Il giovane all’uscita dal negozio, oltre al suo complice, trovava i poliziotti della Squadra Mobile che sorprendevano i due ragazzi sul posto, mentre stavano controllando il contenuto delle buste, traendoli in arresto.

Quanto all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita in data 08.01 u.s., costituisce un importante risultato conseguito dagli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dalla Procura della Repubblica di Foggia, in quanto, in tempi strettissimi, grazie alla collaborazione attiva delle vittime, che si sono rivolti alle Istituzioni, ha permesso di arrestare non solo gli esecutori materiali, ma anche di individuarne, in una indagine “lampo”, il mandante, fornendo una rapida ed efficace risposta alla recrudescenza del fenomeno estorsivo.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock