Cronaca

Coronavirus a Foggia, sei pazienti contagiati nel reparto di Medicina Interna del Riuniti

Foggia – Rallentate le operazioni nel reparto di Medicina Interna del Policlinico Riuniti di Foggia: sei i pazienti contagiati e due in osservazione.

Tutti gli operatori – medici, infermieri e ausiliari – sono stati sottoposti a tampone per precauzione.

In queste ore il personale ospedaliero è sottoposto al test del tampone.

Qualora dovesse riscontrarsi qualche positività si attiveranno i protocolli previsti in questi casi o di cura in ospedale o di isolamento domiciliare.

Gli ambienti del reparto sono stati sanificati in mattinata e i pazienti risultati negativi al tampone sono stati trasferiti ad altri reparti.

Il direttore generale, Vitangelo Dattoli intervistato dal Tgr Rai Puglia, ha illustrato la delicata situazione sui contagiati al Policlinico Riuniti, dove si cerca di scongiurare un probabile focolaio.

“E’ capitato anche a noi di rallentare l’attività del reparto di Medicina Interna universitaria”, ha dichiarato Dattoli.

“Dopo due tamponi negativi, un paziente che non presenteva una sintomatologia non più compatibile con il Covid, in seguito ad un peggioramento delle sue condizioni, si è poi rivelato essere positivo dopo essere stato dimesso”.

Il focolaio sembrerebbe essere partito proprio da questo paziente.

Il paziente, infatti, dopo esser stato curato nella cosiddetta Zona grigia (area dove soggiornano pazienti in attesa del responso del tampone o pazienti con sintomi del Covid ma che non hanno avuto tampone positivo), al termine della degenza, è stato dimesso.

Dopo alcuni giorni, però, è stato nuovamente ricoverato per un improvviso malore, tornando nella Zona grigia.

Qui, al terzo tampone, è risultato positivo al Coronavirus.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock