Cronaca

Foggia, catturati 61 evasi: applausi per gli Agenti della Polizia Penitenziaria

Foggia – Applausi e sirene spiegate questa mattina gli Agenti della Polizia Penitenziaria di Foggia all’uscita del penitenziario alla guida di mezzi con a bordo alcuni detenuti trasferiti altrove.

Si tratta di 107 detenuti che questa mattina, all’alba, sono stati trasferiti in altri istituti penitenziari italiani.

Questa decisione arriva dopo la pericolosa e drammativa rivolta ed evasione di massa avvenuta lunedì mattina nel capoluogo dauno.

“Quando ci chiediamo perchè facciamo quello che facciamo, pagati male e spesso senza possibilità di un’adeguata vita sociale, ignorati dalla politica e dall’Amministrazione.

Offesi da alcuni organi di informazione oltre che da delinquenti mascherati in altro, queste anche se non definitive, sono le risposte che ci occorrono per andare avanti”.

A FOGGIA SALUTATI CON ONORE DALLE ALTRE FORZE DI POLIZIAQuest'oggi, all'esterno del carcere di Foggia, all'uscita dall'istituto con a bordo di alcuni dei mezzi i detenuti da trasferire altrove, i Colleghi della Polizia Penitenziaria sono stati salutati dai Colleghi delle altre Forze di Polizia a sirene spiegate e con il saluto militare.Quando ci chiediamo perché facciamo quello che facciamo, pagati male e spesso senza possibilità di una adeguata vita sociale, ignorati dalla politica e dall'Amministrazione e offesi da alcuni organi di informazione oltre che da delinquenti mascherati in altro, queste, anche se non definitive, sono le risposte che ci occorrono per andare avanti.

Pubblicato da Peppe Zacc su Giovedì 12 marzo 2020

Questo lo sfogo di un agente della Polizia Penitenziaria che su Facebook ha pubblicato un video in cui si vedono i mezzi della Polizia lasciare il penitenziario foggiano per condurre in altre destinazioni alcuni degli evasi catturati in questi giorni.

Ricordiamo che nella giornata di ieri, tra quelli catturati e quelli costituitisi, altri cinque sono tornati riassicurati alla Giustizia, da ultimo un 23enne catturato nella tarda serata di ieri dalla Polizia ad Orta Nova.

Mancano ancora sei evasi all’appello, tra questi l’omicida di Filomena Bruno, Cristoforo Aghilar.

Per lui si tratta delle seconda “caccia all’uomo”, dopo la prima organizzata dai Carabinieri e Cacciatori di Puglia nei giorni immediatamente successivi al delitto dell’ex suocera ad Orta Nova.

Le Forze dell’Ordine hanno diffuso la foto dell’omicida per consentire ai cittadini di poterlo riconoscere e contribuire nelle attività di ricerca.

Chiunque avesse notizie su di lui e sugli altri cinque ricercati può riferirle, nell’anonimato più assoluto e nella massima riservatezza, alle Forze di Polizia chiamando i numeri telefonici 112 o 113.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock