Credits: La Gazzetta del Mezzogiorno

Foggia: controlli a tappeto in carcere, alla ricerca di microcellulari e droga

Blitz della penitenziaria nel carcere di Foggia

Foggia Reporter

Foggia – Blitz nel carcere di Foggia. Controlli a tappeto all’alba di ieri, nella Casa Circondariale di Foggia, la Polizia Penitenziaria ha eseguito ispezionato minuziosamente la struttura, attraverso accertamenti straordinari.

Accertamenti finalizzati a contrastare l’intromissione di arnesi e marchingegni non consentiti tipo telefoni cellulari e sostanze stupefacenti; sembrerebbe che di recente, difatti, sussisterebbe sospetti sulla aumento del fenomeno dei “microcellulari” utilizzati soprattutto da malavitosi della criminalità organizzata.

Da quanto si apprende, I Poliziotti Penitenziari, durante i controlli a tappetto di lotta alla prevenzione al fine contrastare all’introduzione di sostanze stupefacenti e cellulari, sembra che abbia avuto esito positivo i sospetti anzidetti.

Le congratulazioni vanno a tutto il personale di polizia penitenziaria da parte segretario Regionale Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria Puglia e Basilicata UGL comparto Sicurezza.

Vito Messina commenta: “da poco che ho effettuato una visita nella struttura, pur avendo avuto modo di verificare e denunciare la situazione drammatica del grave carenza di organico e con i numeri sempre più risicati, la situazione interna drammatica, il personale in servizio nella Casa Circondariale di Foggia, seppur risponde a tutte le esigenze e stimoli di sicurezza.

Continua Messina , la nuova Dirigenza ha ben compreso la nostre preoccupazioni, l’operazione è importante per il personale che ormai aveva perso qualsiasi stimolo, ci auguriamo che ci sia una vera svolta per i colleghi di Foggia che ho avuto modo di raccogliere il grido di disperazione.”

Continua Messina “seguirò attentamente gli andamenti di questa struttura, che si è sentita abbandonata da tempo.”