Foggia, anziano muore in casa ma il cadavere viene trovato dopo dieci giorni

Anziano muore ma nessuno se ne accorge: una triste storia di solitudine

Foggia Reporter

Foggia – Un vero e proprio dramma della solitudine quello che ha visto protagonista un anziano trovato senza vita nella sua abitazione in centro a Foggia.

Il cadavere dell’uomo è stato trovato dopo dieci giorni dall’edicolante che era solito aspettare tutte le mattine il suo anziano cliente, anche se a volte era l’edicolante a consegnare il materiale a domicilio viste le precarie condizioni di salute dell’uomo.

Quella prolungata assenza aveva insospettito l’edicolante foggiano che, domenica scorsa, ha dovuto fare i conti con una spiacevolissima scoperta.

Arrivato sull’uscio della porta di casa dell’anziano l’edicolante ha capito che qualcosa non andava e uno strano e forte odore inondava la palazzina.

Immediata la chiamata ai Vigili del fuoco che, forzando la porta e introducendosi nell’appartamento hanno constatato la morte dell’anziano, abbandonanto a se stesso per più di dieci giorni.

L’edicolante continua a non capacitarsi sui motivi per cui nessuno abbia segnalato l’assenza dell’uomo, nonostante il cattivo odore presente nel condominio rappresentasse un evidente segnale.

Una triste storia, una storia di solitudine nel cuore di Foggia. Un uomo muore ma nessuno se ne accorge.