Cultura e territorio

Al cinema arriva “Istmo”, il film scritto e diretto dal regista foggiano Carlo Fenizi

Istmo, il film scritto e diretto da Carlo Fenizi, arriva al cinema. Dal 7 gennaio sarà in programmazione presso la multisala Laltrocinema Cicolella (Foggia). La proiezione delle ore 19:00 di venerdì 7 gennaio sarà seguita dall’intervento del regista e da una breve esecuzione musicale di Gianpio Notarangelo, autore della colonna sonora, con gli Harmonic flair.

Il film che ha vinto il premio giuria giovani al Social World Film Festival e la miglior sceneggiatura al Actrum International Film Festival di Madrid è stato girato nel 2019 e lanciato in streaming nel maggio 2020 sulla piattaforma Chili (ancora disponibile).

Nel cast: l’attore protagonista Michele Venitucci (Tutto l’amore che c’èIl seme della discordiaL’anima gemella), Caterina Shulha (Smetto quando voglioLa vita possibileCetto c’è, senzadubbiamente), Timothy Martin (Una Pura FormalitàKarol, un Papa rimasto uomo) e la pluripremiata star spagnola Antonia San Juan, nota in Italia per Tutto su mia madre di Almodóvar e Amnèsia di Salvatores.

Istmo e la Puglia

Istmo è profondamente legato alla Puglia, terra del regista e autore Carlo Fenizi. Il film, girato tra Foggia e Lesina e prodotto dalla società pugliese Tejo (Maria Antonietta Di Pietro e Lorenzo Frattarolo), è animato da maestranze e attori locali: Mirna Kolè, Maria Rosaria Vera, Alessandra Carrillo, Assia Maselli, Yaimi Álvarez Chacòn.

Istmo vuole raccontare, in forma iperbolica, l’isolamento dovuto all’abuso dei social network e la necessità di un ritrovato contatto autentico, fisico e reale con l’altro. In una lettura quasi profetica, con l’avvento della pandemia, nell’anno in cui è uscito, Istmo si è trasformato, poi, in un film specchio che ha riflettuto la quotidianità di ognuno di noi, l’isolamento e il desiderio di ritrovare l’esterno e il mondo delle relazioni.

Istmo rappresenta un’occasione per osservare sotto un’altra luce i rapporti umani, ciò che stiamo vivendo e farci ispirare, in uno slancio di ottimismo, per prepararci a una ritrovata libertà.

Le maestranze del cast tecnico pugliese

Musiche Gianpio Notarangelo, produzione Maria Antonietta Di Pietro, fotografia Sergio Grillo, suono Roberto Ugo Ricciardi, scenografie Anna Maria Cardillo, trucco Marilina Amoruso. Tra gli altri anche Letizia Amoreo, Giuseppe Monaco, Francesca Roberto, Giorgia Iacuzio, Angelo Varano, Laura Longo, Sara Valenzano, Doriana Di Pietro, Cri De Santis.

Regista Carlo Fenizi: biografia

Carlo Fenizi è regista e sceneggiatore. Nasce a Foggia nel 1985. A Roma si laurea in Letteratura e Lingua, Studi Italiani ed Europei presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma La Sapienza. A Firenze studia regia alla scuola di cinema Immagina. A Cuba si specializza in direzione degli attori e nelle tecniche di messa in scena presso la EICTV (Escuela Internacional De Cine y Televisión). Consegue una seconda laurea magistrale in Interpretazione e Traduzione in lingua spagnola presso l’Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT). Nel 2008, in Spagna, scrive e dirige il primo mediometraggio La luce dell’ombra, un noir sperimentale dal taglio grottesco, coprodotto tra Italia e Spagna.

Nel 2011 scrive e dirige Effetto Paradosso, un lungometraggio con Julieta Marocco e Cloris Brosca, prodotto e distribuito da Cpm Film e promosso dal Circuito D’autore di Apulia Film Commission. Nel 2013 è il regista del film Quando si muore…una commedia con Giacomo Rizzo, Francesco Paolantoni e Maurizio Mattioli.  È autore e regista di spot, corti (Umbra  2015) e videoclip musicali per cantautori italiani, tra questi, il video di Non voglio andare via (2017) brano postumo e inedito di Giuni Russo, con la partecipazione di Maria Grazia Cucinotta.

Nel 2019 scrive e dirige Istmo, un film con Michele Venitucci e con la partecipazione straordinaria di Antonia San Juan. Il film è prodotto da Tejo, società di produzione che costituisce nel 2018 insieme al suo storico gruppo di lavoro. Ha ricevuto premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. Nel 2021 con Aracne editrice pubblica L’iperbole dell’invisibile, il codice narrativo del realismo magico, un saggio sul cinema e la letteratura ispanoamericana.

Si è formato nella didattica dello spagnolo e dell’italiano come lingua straniera. Cura rubriche di approfondimento cinematografico e mantiene attività di docenza di lingua spagnola, cultura ispanica e materie audiovisive.

 

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.
Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock