De Zerbi: “A Verona con personalità. Viola? Se sta bene non arriverà nessuno”

Conferenza stampa di Roberto De Zerbi alla vigilia di Hellas Verona-Foggia ...

Foggia Reporter

Conferenza stampa di Roberto De Zerbi alla vigilia di Hellas Verona-Foggia valevole per il secondo turno di Tim Cup, in programma domani sera alle ore 21. Ecco le parole del tecnico rossonero:

“Rispetto a domenica ci può essere qualche cambiamento, ma niente di diverso a livello tattico. Padovan è già disponibile, anche se ha fatto solo due allenamenti, potrebbe essere una soluzione importante. Viola nella testa mia era il sostituto di Iemmello, poi ha avuto una stagione difficile costellata da infortuni. Ma se sta bene io sono contento anche perchè lo abbiamo visto guarire passo dopo passo.

I nuovi si stanno integrando benissimo, stanno dando grande disponibilità ad imparare un nuovo tipo di gioco. Per completare questa rosa cosa manca? Siamo sempre alla ricerca di un attaccante, ma se Viola sta bene possiamo anche rimanere così, poi se arriverà un altro attaccante Viola andrà in prestito a giocare da qualche altra parte. E’ un patrimonio della società e se sta bene fisicamente rimarremo così. Anche Arcidiacono per me è importante, però purtroppo bisogna fare delle scelte, vedremo cosa succederà. Spendere tanto per spendere non ha molto senso, non ci interessano le “figurine”. Se si spende bene con equilibrio si può trovare il profilo giusto. Ribadisco che Viola se è in condizione non ha nulla da invidiare ai vari Cacia, Maniero e altri nomi che circolano.

Mazzeo? E’ un giocatore che mi piace molto, anche Perez dell’Ascoli è un profilo importante così come Pettinari che però è più una seconda punta.

Iemmello e Di Chiara? Li andrei a prendere a piedi entrambi, ma purtroppo quando c’è chiusura totale da parte dei procuratori puoi fare ben poco.

Un parere su Sanchez, ufficializzato stamattina? Tutti i nuovi mi hanno stupito, Sanchez è forte, molto forte. Ma in generale tutti mi hanno fatto una buona impressione, da Letizia ad Agazzi.

Verona? E’ una squadra che ha cambiato tantissimo dall’anno scorso, sono rimasti Pazzini, Viviani e qualche altro. Sicuramente è candidata a ritornare in Serie A. Cercheremo di giocare la nostra partita, con la personalità di sempre. L’anno scorso andammo a Verona con 7-8 infortunati, quest’anno siamo più consci  e preparati anche se ovviamente sulla carta sono favoriti.

Siparietto simpatico della macchina (l’anno scorso al tecnico bresciano rubarono l’auto a Verona): “Questa volta andrò in treno!”