Politica

Corsa a 4 per la leadership del centrodestra foggiano: chi vincerà?

In vista delle elezioni comunali del prossimo maggio, il centrodestra cittadino si presenterà unito ma ha deciso di “giocare” la partita interna per stabilire la leadership attraverso lo strumento delle primarie. È la prima volta che succede e qualcuno già parla di evento storico. Quattro i candidati che si sfideranno domenica 24 febbraio: Franco Landella, Luigi Miranda, Giuseppe Mainiero e Leonardo Iaccarino. I ritardi in Forza Italia hanno fatto slittare di una settimana la tabella di marcia. Ma, comunque, Lega e Fratelli d’Italia hanno ottenuto ciò che richiedevano da tempo.
Ha destato clamore l’accoglimento della sfida da parte del Sindaco uscente, che ha spiegato così le sue motivazioni: “Quando si fa parte di una squadra, pur non condividendo molte volte le tattiche di gioco, bisogna giocare la partita. E io, che sono un uomo di squadra, scenderò in campo e parteciperò alle primarie per mantenere unito il centrodestra”. Le candidature si potranno presentare entro il 26 gennaio. Intanto, in vista dell’evento è stato siglato un Codice Etico firmato dai segretari regionali che partecipano al tavolo del centrodestra: Forza Italia, Lega, Direzione Italia, Fratelli d’Italia, Idea e, solo a Foggia, si inserisce l’Udc.
Nell’ultime ore è stata redatta una norma definita “salva Landella” che, come viene espressamente dichiarato all’art. 3, ha il compito “di non compromettere i principi di coesione ed unità del centrodestra – e impone a – tutti i candidati e i soggetti politici interessati alle elezioni amministrative 2019, né durante le primarie, né durante la competizione elettorale per le elezioni comunali 2019 – di – confrontarsi sulla gestione e sugli atti amministrativi prodotti dalla amministrazione in carica, in maniera costruttiva e non denigratoria, così da dare prova concreta di vera coesione della coalizione”. Tale codice comportamentale vale nei luoghi pubblici ma anche in quelli privati e prevede la mancata candidatura di chi disattenderà la regola.
Proviamo a conoscere i candidati in lista per la guida del centrodestra foggiano. Franco Landella (Forza Italia), sindaco uscente, ha ricoperto la carica in anni non facili sia per la città che per un’amministrazione assediata da continue emergenze. È dato come favorito. L’altro candidato è Luigi Miranda (Lega), attuale presidente del Consiglio comunale. Lui è una new entry salviniana e auspica di fare il colpaccio cavalcando l’onda verde che sta spopolando in gran parte dell’Italia. Il terzo sfidante è Giuseppe Mainiero, capogruppo di Fratelli d’Italia, considerato il vero oppositore all’attuale consiliatura. Infine, ma non per ultimo, va ricordata la candidatura di Leonardo Iaccarino, capogruppo dell’Udc ritenuto l’unico rappresentante del centrismo locale.
Intanto, si infiamma lo scontro tra Landella e Miranda. I sostenitori del primo si incontrano nei bar più in vista della periferia, mentre Miranda ha optato per una campagna elettorale di vecchio tipo, che lo porterà ad incontrare le varie categorie della società civile. Ad un mese da questo primo importante test elettorale per il centrodestra foggiano, non resta che attendere l’entrata nel vivo della campagna elettorale per comprendere le proposte concrete che ogni candidato formulerà.

Valerio Palmieri

Giornalista praticante, laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Foggia. Laureato in Filologia moderna con 110 e lode. Da sempre sono appassionato di scrittura e, dopo varie collaborazioni, da gennaio 2017 sono redattore di Foggia Reporter. Mi occupo principalmente di politica, eventi religiosi e interviste. Sono convinto che la comunicazione digitale sia lo strumento più efficace per attuare quella rivoluzione culturale che tanto bene può fare al nostro territorio locale e nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock