Conte a Foggia: Landella chiede investimenti ed assunzioni

Il Premier Conte è arrivato questa mattina a Foggia per presentare il piano ...

Foggia Reporter

Il Premier Conte è arrivato questa mattina a Foggia per presentare il piano di sviluppo istituzionale per la Capitanata. Durante l’incontro è intervenuto anche il Sindaco di Foggia, Franco Landella, che ha portato l’attenzione su tre temi cardine per la Capitanata. Il primo cittadino ha parlato di assunzione e sblocco di fondi a favore dei Comuni. Ecco le parole di Landella, affidate ai suoi canali social.

“Nel mio intervento, ho sollecitato al Presidente Conte l’attenzione del Governo su tre temi principali.

Il primo, sulla possibilità di modulazione delle procedure per avviare esecutivamente, col sostegno statale, i progetti che faranno parte del CIS che i Comuni – come è accaduto in passato per altri finanziamenti statali – hanno difficoltà a far partire per le carenze dei bilanci degli enti.

Poi ho provocatoriamente chiesto di adottare le strade della città capoluogo come quelle della rete viaria provinciale: le casse dei Comuni, stremate e a volte in predissesto, non mettono in grado gli enti di garantire queste fondamentali opere di infrastrutturazione e manutenzione. È importante, per questo, interrompere la graduale sottrazione di risorse statali destinate ai Comuni per consentire loro di tenere in ordine per prima cosa le vie di comunicazione, interne e intercomunali.
Il terzo sollecito che ho mosso riguarda la possibilità di riaprire le assunzioni da parte dei Comuni che, tra patto di stabilità, “spending review” e blocchi imposti agli enti con problemi di bilancio, sta causando l’impoverimento del personale dei singoli enti, dato anche il graduale pensionamento degli impiegati in servizio. Un modo per offrire servizi comunali efficienti alla comunitá ma anche anche per dare ai nostri citradini opportunità occupazionali.

Il Ministro Lezzi ha garantito l’attenzione e la disponibilità del Governo a venire incontro alle esigenze degli enti locali, con strumenti esistenti ma anche con provvedimenti da studiare.”