Attualità

Spettacolo ed emozioni al Tombolato, pirotecnico 4-4. Il Foggia si aggiudica la Coppa Italia di Lega Pro

Il Foggia pareggia 4-4 al Tombolato contro il Cittadella ed in virtù del 4-1 dell’andata può festeggiare un trofeo dopo nove anni di astinenza. Un match spettacolare ed emozionante, con grandissimi gesti tecnici a fare da contraltare ad altrettante sbavature difensive. Ma alla fine i rossoneri possono gioire mettendo in bacheca la Coppa Italia di Lega Pro.

Ecco l’undici iniziale scelto da De Zerbi: Micale, Angelo, Di Chiara, Agnelli, Coletti, Gigliotti, Gerbo, Riverola, Iemmello, Chiricò, Floriano. Pronti via e Micale deve già metterci una pezza dopo cinque minuti compiendo un prodigioso intervento su Lora. Sul susseguente corner Cappelletti grazia il Foggia e colpisce la traversa con un colpo di testa. Al 10′ ancora Micale protagonista devìa in angolo una “puntata” insidiosa di Jallow. Superato lo sbandamento iniziale, il Foggia inizia ad organizzarsi e trova il gol al primo affondo. Gerbo viene atterrato in area di rigore. Iemmello trasforma indirizzando la palla sotto la traversa. Passa soltanto un minuto e il Cittadella perviene al pareggio con Coralli, abile a spingere in rete un traversone basso di Jallow. Al 24′ clamorosa occasione fallita dai padroni di casa, Minesso chiude troppo l’angolo da posizione favorevolissima. E puntuale il Foggia punisce in contropiede dopo aver rischiato di riaprire la gara: Iemmello si invola e serve l’accorrente Floriano che deve solo spingere in rete. Alla mezz’ora ecco il tris, ancora su calcio di rigore. Iemmello cecchino implacabile calcia forte centralmente portando il Foggia sul 3-1. Altri tre minuti ed è di nuovo penalty, questa volta per il Cittadella. Coralli trasforma dopo un fallo di Chiricò. E non è finita perchè arriva anche il pareggio al 41′: lo realizza Cappelletti di testa, lasciato colpevolmente solo davanti a Micale. Si va al riposo dopo un primo tempo elettrizzante e ricco di emozioni.

Il secondo tempo si apre così come si era conclusa la prima frazione. Al 53′ grandissimo tiro al volo di Minesso che supera Micale e porta in vantaggio i padroni di casa. Passa appena un minuto e Chiricò pesca il jolly: il talento brindisino lascia partire un sinistro a giro da fuori area imprendibile per Vaccarecci facendo esplodere il settore ospiti. L’autore del gol poco dopo lascia il posto ad Arcidiacono. De Zerbi getta nella mischia anche Quinto per Riverola. Sul pirotecnico punteggio di 4-4 le due formazioni, finalmente, abbassano i ritmi di gioco. Al 71′ Iemmello ben imbeccato da Gerbo sfiora la tripletta personale, ma sciupa a tu per tu con Vaccarecci. Nel finale qualche scaramuccia tra giocatori, e gara che scivola via con i padroni di casa già con la testa al campionato e rossoneri che controllano la partita in attesa del fischio finale. Fischio finale che arriva dopo cinque minuti di recupero. Il Foggia conquista la Coppa Italia di Lega Pro 2015/2016.

 

 

Simone Clara

Giornalista pubblicista dal 2015 e Direttore Responsabile di Foggiareporter.it - Giornalista pubblicista - Direttore Responsabile del sito Foggiareporter.it - Inviato partite e conferenze stampa Foggia calcio dalla stagione sportiva 2015/2016 - Collaboratore giornalista Gazzetta Meridionale - Inviato Barletta calcio per la stagione sportiva 2012/2013 - Redattore Napolicalcionews.it dal 2012 al 2014 - Iscrizione Albo Giornalisti Pubblicisti dal Giugno 2015 - Varie collaborazioni in ambito giornalistico Laureato in Beni Culturali info: simoneclara@outlook.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock