Chiesa di San Tommaso, la chiesa più antica di Foggia

Nel cuore di Foggia vi è una chiesa antichissima, oggi purtroppo chiusa

Foggia Reporter

Foggia – La nostra città vanta moltissime chiese, alcune sono antichissime, altre più moderne, alcune molto sfarzose, altre semplici e rurali. Oggi vogliamo parlarvi della Chiesa di San Tommaso, la più antica chiesa della città.

Anche se l’aspetto attuale non lo conferma, questa chiesa risale alla seconda metà dell’XI secolo, si tratta del più antico edificio sacro della città. A quel tempo, dove ora sorge la chiesa, purtroppo chiusa, fu eretta una provvisoria cappella rurale per esporre alla venerazione dei tanti pellegrini e curiosi il Sacro Tavolo dell’Iconavetere, scoperto nel 1062, secondo la tradizione, da un pastore.

La chiesa, infatti, fu eretta dove un tempo vi era l’antica Taverna del Gufo. Durante il terribile terremoto del 1731 anche questa chiesa, come tanti altri edifici di Foggia, crollò e le pratiche religiose furono compiute in una baracca appositamente costruita nei pressi della Chiesa di Sant’Agostino.

Solamente nel 1766 la chiesa fu ricostruita dal Comune di Foggia. La tranquillità, però, per questa antica chiesa venne nuovamente minacciata nell’800: il 14 agosto 1839, giorno in cui annualmente l’Iconavetere è venerata nella Chiesa di San Tommaso un incendio improvviso bruciò l’addobbo dell’altare maggiore rischiando di bruciare il Sacro Tavolo, alcuni fedeli, rischiando la vita, riuscirono a metterea in salvo l’Iconavetere nella vicina Chiesa di S. Chiara.

Successivamente la chiesa venne restaurata grazie alle offerte dei tanti fedeli. Furono richiesti poi ulteriori interventi e riparazioni furono dopo i gravi danni subiti dal terremoto del 23 luglio 1930 e per i danni causati dai bombardamenti aerei del 22 luglio e 19 agosto 1943; i lavori per riparare i danni bellici furono eseguiti nel 1954, a cura dell’Arciprete Mons. Mario Aquilino.

La vita di questa antica chiesa di Foggia non è stata affatto semplici, una storia di restauri, crolli, incendi e ora, purtroppo, una storia che aleggia nell’oblio data la sua chiusura. Sono tanti i foggiani che lamentano lo stato attuale in cui versa la chiesa, simbolo del centro storico della città.

La chiesa ha bisogno di un urgente restuaro, è pericolante ed è chiusa. Un grande peccato per una chiesa che ha alle spalle mille anni di storia, legata al mito della fondazione della città.