Spaccio di sostanze stupefacenti: arrestati due giovanissimi, uno è ancora minorenne

Continua l'attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti

Foggia Reporter

Procede incessante da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cerignola l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nei giorni scorsi i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, a Cerignola, hanno tratto in arresto, in due diverse circostanze, un 17enne ed un 19enne, entrambi italiani.

Il primo, cerignolano già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato poiché, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 23 involucri contenenti 70 grammi di “hashish”. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro. Il minore è stato dichiarato in arresto e, su disposizione della Procura dei Minori di Bari, è stato  accompagnato presso la  sua abitazione, con prescrizione di permanenza in casa.

Sempre a Cerignola i Carabinieri hanno arrestato in flagranza un 19enne incensurato di Canosa di Puglia. Controllato mentre si trovava a piedi in viale di Levante e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 5 dosi di marijuana e della somma contante di 120 euro, presumibilmente provento dell’attività illecita di spaccio. Nel corso della perquisizione presso la sua abitazione sono state rinvenute altre 32 dosi di marijuana, per un peso complessivo di 39,84 grammi, nonché una busta contenente altri 57,45 grammi della stessa sostanza. Dichiarato in arresto, dopo le formalità di rito, il 19enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.