Cultura e territorio

Cerignola, annunciati i finalisti del Premio Letterario Zingarelli

L’Associazione Culturale “LiberaMente”, Circolo di Cerignola, con la collaborazione delle Associazioni culturali “Motus” e “Musica per sorridere”, ha reso noti i nomi dei finalisti delle sezioni Narrativa edita e Poesia Inedita della VIII Edizione del Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli, indirizzato a tutti gli scrittori e poeti d’Italia.

«La “crescita culturale” spesso è costretta ad incanalarsi in percorsi angusti e spinosi tanto da lasciare un segno indelebile in quanti la percorrono. Bene lo sapeva Nicola Zingarelli quando ricorda che nelle giornate invernali “ogni scolaro portava il suo pezzo di carbone pel braciere” –  ha dichiarato il Presidente Antonio Daddario, presentando i nominativi dei finalisti del Premio Letterario Nazionale – lo sanno bene gli operatori culturali oggi», ha aggiunto, sottolineando che «il braciere ci riscalda quando il suo fuoco non è di paglia».

Le premiazioni si terranno il 7 maggio nel suggestivo Teatro “Saverio Mercadante” di Cerignola, tra gli ospiti e i letterati spiccano illustri nomi della letteratura, del giornalismo e del mondo artistico, tra i quali il professore e linguista Vittorio Coletti, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia Valentino Losito, lo scrittore e formatore Tommy Dibari.

Il Premio quest’anno ha contato la partecipazione di scrittori e candidati da tutta Italia, tra i finalisti della sezione Narrativa edita: Paolo Miggiano con Ali spezzate (Di Girolamo editore) da Minervino di Lecce (LE); Alfonso Santamaria con La luce del mondo (Enter edizioni) da Cerignola (FG); Dalila Speziga con Il commercio di Angeli Rosa casa editrice (Mauro Miotti) da Porto Torres (SS). Tra i finalisti della sezione Poesia Inedita: Maria Teresa Infante con Senz’alba da S. Severo (FG); Gianni Terminiello con Lettere d’amore raccontate da Massa Lubrense (Na); Santi Cardella con Fra mare e cielo da Palermo.

«In questa edizione denominata “Parole e Natura” ovvero “il linguaggio della comunicazione per raccontare le bellezze della natura” l’obiettivo sfidante – ha evidenziato il presidente Antonio Daddario – è vivere e far vivere la cultura in un brodo pregno di scrittura». I Primi classificati delle tre sezioni ordinarie e i premiati della sezione speciale “Non omnia possumus omnes” (Non tutti possiamo tutto), riceveranno una spiga d’argento bagno oro, simbolo distintivo del Premio e del Territorio di Capitanata, oltre ad una pergamena ricordo con motivazione, mentre ai secondi e terzi classificati andrà il vocabolario della lingua italiana “Lo Zingarelli 2016” offerto dalla Zanichelli editore e una pergamena con motivazione.

Saranno insigniti con il Premio Speciale “Non omnia possumus omnes”: Vittorio Coletti, Coautore del Dizionario della lingua italiana “Sabatini e Coletti” membro del Consiglio Direttivo dell’Accademia della Crusca; Valentino Losito, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia; Tommy Dibari,scrittore e formatore, Direttore artistico del Premio Zingarelli, Antonio Piacentino, Maestro compositore e Michele Lastella attore e autore.

Durante le trascorse edizioni il riconoscimento è stato assegnato a personalità quali: il Prof. Francesco Sabatini Presidente Emerito dell’Accademia della Crusca, Lorenzo Enriques, fondatore dell’Associazione per la lettura e presidente della Zanichelli, Riccardo Sgaramella divulgatore e studioso del dialetto di Cerignola, Gianfranco Labrocadirettore di orchestra di fiati di Cerignola e l’orchestra di fiati “V. Di Savino”, la Prof.ssa Nicoletta MaraschioPresidente Emerito dell’Accademia della Crusca, Savino Zaba attore, presentatore e conduttore TV, tra i tanti.

Il riconoscimento “Non omnia possumus omnes” è stabilito dal comitato del Premio Zingarelli ed è dedicato ad alcune personalità che si sono distinte per particolari opere dell’ingegno, per studi scientifici di notevole prestigio, per opere di forte impegno morale ed educativo, per l’impegno nel sociale, per il rispetto della legalità o a personaggi dello spettacolo come premio alla carriera o come premio per una particolare interpretazione. Ai premiati verrà consegnata la spiga di grano in argento placcato oro che simboleggia i granai di Cerignola, della Capitanata e della regione Puglia luminosa sotto il sole di agosto; la spiga è metafora della cultura italiana: come i chicchi sono farina per l’alimentazione così i vocaboli sono la base per alimentare la cultura.

Il Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli, è promosso dall’Associazione Culturale “LiberaMente”, Aps – Circolo di Cerignola, con la collaborazione delle Associazioni culturali “Motus” e “Musica per sorridere”, sotto l’egida della Presidenza della Repubblica, con il Patrocinio del Comune di Cerignola, sostenuto dalla Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, patrocinato inoltre dall’Accademia della Crusca, dall’Università di Foggia, da Gal Piana del Tavoliere, dall’ANSPI (Associazione Nazionale San Paolo Italia), da Federico II Eventi e da Zanichelli Editore. Per il quarto anno consecutivo come Direttore artistico del Premio Zingarelli è stato nominato lo scrittore e formatore Tommy Dibari.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock