Politica

Cerignola, Pezzano: da Bonito affermazioni gravissime

Per il consigliere Pezzano il sindaco ha violato il Tuel e la Legge Bassanini

Durissimo comunicato del consigliere comunale di opposizione al Comune di Cerignola Rino Pezzano, che denuncia come da tempo in Comune si siano messi in pratica “comportamenti che, se confermati, configurerebbero una palese violazione del Testo Unico degli Enti Locali e della Legge Bassanini”.
“Mi riferisco  – scrive Pezzano – all’abitudine del Sindaco Francesco Bonito di informare la comunità del suo interessarsi in prima persona di processi e procedure amministrative a cui la legge assegna natura totalmente ed esclusivamente gestionale. Appena poche ore fa abbiamo letto che una procedura concorsuale “è stata curata direttamente dal Sindaco”. Nei mesi scorsi  – prosegue Pezzano – lo avevamo ascoltato affermare di “controllare le gare una ad una” ed annunciare il nome di tecnici prima ancora del formale conferimento dell’incarico. Sono circostanze allarmanti. Sì, allarmanti. Tanto più perché riguardano un Sindaco che a giorni alterni ricorda a tutti i suoi “45 anni di onorato servizio nella magistratura italiana”. Fa specie che ad un ex magistrato sfugga che la norma assegna al Sindaco e agli assessori compiti di semplice “indirizzo politico”, rimandando alla sfera di competenza della dirigenza ogni atto o procedura di carattere gestionale. In altri termini  – conclude Pezzano – un Sindaco non può “curare direttamente” una procedura concorsuale, non può “guardare una ad una” le gare, non può annunciare il nome di tecnici prima che sia loro conferito ufficialmente un incarico. E non perché sia inopportuno, ma perché si tratta di una ingerenza espressamente vietata dalla legge”.

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio