X

Cerignola, furti di auto: continuano gli arresti

Altri due arresti a Cerignola per reati legati ai furti di auto

Cerignola – Una nuova attività sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia ofantina conferma la centralità di Cerignola nel poco glorioso settore dei furti di auto.

Alcuni giorni fa, infatti, una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città ofantina, in un uliveto di località Luparella avevano ritrovato tre autovetture, una Renault Megane, una Skoda Octavia ed una Seat Arona, risultate rubate alcuni giorni prima rispettivamente a Trani, Margherita di Savoia e Corato.

Avendo intuito che i responsabili ve le avessero lasciate solo momentaneamente in attesa di poterle poi spostare altrove, i Carabinieri avevano organizzato con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia un’attività di appiattamento e osservazione che, protrattasi per diverse ore, aveva alla fine consentito di sorprendere due individui che, ignari della trappola nella quale stavano per cadere,  si erano presentati per iniziare lo spostamento.

Alla vista dei militari i due si erano dati alla fuga a piedi nelle campagne ma, dopo un breve inseguimento, erano stati bloccati ed identificati in un 29enne di Cerignola ed un 25enne di Torremaggiore, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

A bordo dell’auto con la quale  i due erano giunti sul posto, una Peugeot 206, i Carabinieri avevano rinvenuto e sequestrato due paia di guanti, un coltello a serramanico, un martelletto professionale per la rottura di vetri anche di tipo speciale ed altri materiali utili allo scasso.

Le tre auto rubate erano allora state fatte recuperare, mentre i due fermati, dopo le formalità di rito, erano stati associati alla casa circondariale di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica.

Meno di un mese fa, sempre a Cerignola, i Carabinieri della locale Stazione avevano arrestato in flagranza altri due soggetti, anch’essi entrambi già noti alle forze dell’ordine, sorpresi in un capannone di località Viro Padula mentre stavano “ripulendo” da ogni segno identificativo le parti meccaniche e di carrozzeria “cannibalizzate” da una Volkswagen Golf. Nel capannone e in un box attiguo i militari avevano trovato anche numerosi motori, parti meccaniche e di carrozzeria di numerose altre auto di varie marche.

Solo dall’inizio dell’anno, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno arrestato 10 persone e denunciate altre 7 per riciclaggio di auto e di parti di esse. Sono invece 21 le persone arrestate o fermate per ricettazione e 33 quelle denunciate in stato di libertà alla Procura di Foggia per lo stesso reato.

Categorie: Cronaca