Sport

Il Foggia stende il Catanzaro. Al Ceravolo finisce 3 a 0 per i rossoneri





Non è bastata l’assenza del capocannoniere Pietro Iemmello a fermare la marcia degli uomini di Roberto de Zerbi, catapultati verso la testa della classifica di Lega Pro Girone C. Il Catanzaro nulla ha potuto per arginare le incursioni offensive dell’inedito due Sarno – Chiricò cedendo il passo ai rossoneri.

Fin dalle prime battute di gara il Foggia ha dimostrato di saper tenere il campo e concretizzare le occasioni importanti e cosi al 30° del primo tempo Sarno non ci ha pensato pensato due volte e, a pochi metri dalla porta, ha siglato la rete dell’uno a zero.
Il primo tempo finisce dunque con il Foggia in vantaggio e con le due squadre costrette a giocare in dieci uomini per via di due espulsioni.

Il secondo tempo parte con il Catanzaro all’attacco, ma Narciso compie un paio di miracoli e salva il risultato. Vincenzo Sarno si invola ancora verso la porta dei Calabresi, ma viene messo giù irregolarmente e l’arbitro concede un calcio di rigore. Questa volta dal dischetto va il capitano Cristian Agnelli che non sbaglia: il Foggia raddoppia.

Il Catanzaro non ci sta e tenta il tutto per tutto per acciuffare il Foggia, i satanelli non si fanno però prendere di sorpresa e continuano a tenere alta la guardia. Sul finale di gara i calabresi appaiono stanchi e Sarno, con un’ultima incursione prima di essere sostituito, mette a segno l’ottavo centro stagionale nonché il tre a zero per gli ospiti.

La gara finisce 3 a 0 per i satanelli che continuano a mantenere il secondo posto in classifica a sole due lunghezza dalla capolista Casertana, protagonista di una vittoria di lunghezza contro il Melfi.

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock