Cultura e territorio

Cartellate: ecco la ricetta delle regine foggiane del Natale

Nel nostro viaggio gastronomico al sapore di tradizioni pugliesi e “foggianità”, non possiamo non imbatterci nelle vere regine foggiane del Natale, le cartellate.

Il Natale sta arrivando e porta con sé la sua magia capace di coinvolgere grandi e piccoli, gli zampognari, le luci, le ghirlande colorate che ornano i balconi e i suoi profumi. Per noi foggiani questa festa non è solamente un rito religioso, è un vero e proprio evento gastronomico all’insegna della “gran mangiata”.

Finora vi abbiamo parlato delle mandorle atterrate e dei caratteristici mostaccioli, è arrivato il momento di parlarvi di un tipico dolce natalizio della tradizione gastronomica pugliese, non solo foggiana, diffuso in tutta la regione.

Le cartellate sono strisce di pasta dolce arrotolate su se stesse a mo’ di cestino o di coroncina, fritte, immerse (non condite) nel vincotto e decorate a volte con confettini colorati e cannella.  C’è poi la versione con il miele, ma attenzione a non chiamarle cartellate, in tal caso si chiamano “scarole”.

La preparazione di questo dolce non è molto semplice, ma vi garantiamo che il risultato finale sarà sensazionale. Ecco la nostra ricetta delle squisite cartellate al vincotto.

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 150 g di vino bianco
  • 100 g di olio extravergine d’oliva pugliese
  • Vincotto

Preparazione

Fare la fontana con la farina, al centro aggiungere il vino bianco. Impastare e aggiungere l’olio extra vergine d’oliva. Impastare il tutto con energia. Dividiamo il nostro panetto in più parti e iniziamo con la seconda fase della ricetta.

Stendiamo la pasta fino a renderla molto sottile aiutandoci con la macchina stendi pasta (impostando la rotella sullo spessore più grosso). Stendiamo più volte la nostra pasta. Cambiamo lo spessore portando alla penultima tacca la rotella della nostra macchina. Stendiamo ancora una volta.

Ora possiamo ritagliare con la rotella dentellata delle strisce lunghe 50 cm e larghe 3 cm. Pizzichiamo le strisce fino a formare delle rosette: partiamo dall’estremità e arrotoliamo le strisce su se stesse pizzicando i bordi per farle aderire meglio. Dopo aver realizzato le nostre cartellate non ci resta che friggerle. Prepariamo un tegame largo e alto con abbondante olio bollente e immergiamo le cartellate per 1-2 minuti fino a quando iniziano a diventare di colore dorato.

Ultimo passaggio: scoliamo le cartellate e facciamo assorbire l’olio in eccesso su fogli di carta assorbente da cucina. A questo punto possiamo scaldare in un tegame il vincotto, procediamo ad intingere le cartellate una ad una ricoprendole per bene con il vincotto. Le cartellate dovranno essere impregnate per bene!

Un bicchiere di buon vino, una vecchia canzone di Natale che suona, una calda coperta di lana e il dolce sapore delle cartellate al vincotto renderanno le vostre serate invernali indimenticabili e davvero tanto golose.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 28 anni, sono una giornalista pubblicista, una copywriter, content creator e cantastorie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da due anni curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Scrivo e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock