Una “camminata in rosa” tra i casali della Daunia per sostenere la lotta al tumore

Si è svolta la prima edizione della 'Camminata in rosa dei tre casali'

Foggia Reporter

Le donne hanno una forza nascosta, che il più delle volte non sanno di avere. Quando all’improvviso si manifesta qualcosa che sconvolge totalmente la vita di una persona, quelle poche energie che si avevano, cessano completamente di esistere. Ma da lì a poco, nel silenzio della propria intimità, qualcosa s’accende. Toccare il fondo del proprio abisso interiore, fa risalire in superficie quel corpo martoriato dalla malattia, fa trovare la forza e la determinazione per farcela ancora, nonostante tutto, fa gridare in quel mare di dolore: ‘Io non mollo! Non ancora! Non ora!ì

Il 9 giugno 2019 si è svolta la prima edizione della ‘Camminata in rosa dei tre casali‘, evento benefico contro il tumore, a favore della Fondazione Umberto Veronesi. La manifestazione, sponsorizzata da Le Terme di Castelnuovo della Daunia, ha coinvolto i tre paesi dei Monti Daunia, Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia e Casalnuovo Monterotaro, i cui abitanti del territorio sono stati trascinati in questa esperienza unica e importante dalla ProLoco G.B. Trotta, dal Servizio Civile UNPLI, dalla Pro Loco Arbëreshe e dall’Associazione Talandishat.

La partenza di questa camminata non competitiva è avvenuta a Casalnuovo, dove i Sindaci dei tre casali, insieme ai presidenti delle associazioni, hanno tagliato il nastro rosso inaugurativo. Ben 8 km di strada i partecipanti hanno dovuto affrontare, tra salite e discese, su strade più o meno asfaltate, sfidando il caldo. Un po’ come la vita. Un po’ come la malattia. Ci sono alti e bassi. Ci sono momenti in cui vorresti mollare tutto e dire “basta!”, perché ciò che stai vivendo è umanamente impossibile da sopportare, e momenti in cui la vita sembra essere dalla tua parte, donandoti quello che ti serve, anche un banalissimo abbraccio da qualcuno che vuoi bene e che ti può salvare la vita.

La camminata ha avuto termine nella piazza di Castelnuovo, dove i Sindaci hanno firmato l’assegno di €1400, che andranno interamente devoluti all’Associazione Veronesi. I partecipanti si sono poi diretti verso il Centro Termale, dove il Dottor Giovanni Barassi e il Dottor Giuseppe Irace hanno presentato il progetto CURE TERMALI INTEGRATE. Era presente anche la rappresentante della Fondazione Umberto Veronesi, Daniela Buontempo, la quale ha ringraziato tutti per questa bellissima iniziativa che la tocca da vicino.

Le parole dell’organizzatore della Pro Loco di Castelnuovo possono ancora di più far capire l’entusiasmo con cui i tre casali hanno colto quest’iniziativa, continuando a partecipare con un’assidua presenza alle varie proposte delle Pro Loco locali: “Una sola parola: GRAZIE! Grazie ai circa 150 partecipanti alla manifestazione che ci hanno permesso di raccogliere più di €1400 da devolvere alla Fondazione Umberto Veronesi. Grazie allo splendido staff (direttivo e semplici soci) della nostra Pro-Loco di Castelnuovo, che si è prodigato in questi giorni per l’ottima riuscita dell’evento. Grazie alle Amministrazioni comunali dei tre Casali (Castelnuovo, Casalvecchio e Casalnuovo) che ad ogni nostra manifestazione si mostrano sempre disponibili e collaborativi.

Grazie alle PRO-LOCO di Casalvecchio e Casalnuovo e all’associazione TALANDISHAT di Casalvecchio che ormai con la nostra Pro-Loco hanno instaurato una fusione collaborativa sensazionale! Grazie alla Protezione Civile di Castelnuovo della Daunia e ai Vigili dei tre Casali che hanno dato il supporto logistico fondamentale per la riuscita tecnica della manifestazione. Grazie a Daniela Buontempo che, come rappresentante della Fondazione Umberto Veronesi, ha portato alla realizzazione materiale alla prima edizione della Camminata in ROSA.

Ed infine Grazie allo sponsor della manifestazione, LE TERME DI CASTELNUOVO, che oltre a finanziare economicamente l’iniziativa, tramite un convegno interessantissimo, ci ha presentato IL PROGETTO DELLE CURE TERMALI INTEGRATE per pazienti sottoposti ad interventi oncologici ed i benefici psicofisici che queste cure portano ai pazienti… Unico centro termale in Italia ad occuparsi di questo trattamento”.