Politica

Bonito vieta ai consiglieri di parlare con la stampa e minaccia le dimissioni

Il giornalista in questione è Michele Cirulli, già addetto stampa dello stesso Bonito

Il sindaco di Cerignola Francesco Bonito ha convocato l’altro giorno i capigruppo comunali di maggioranza per discutere le sue dimissioni. Bonito ha minacciato le dimissioni perchè uno dei capigruppo di maggioranza avrebbe parlato con con il giornalista Michele Cirulli, già responsabile dell’ufficio stampa del Comune di Cerignola. Il capogruppo “incriminato” avrebbe informato Cirulli dell’esistenza di una richiesta, giò protocollata, di azzeramento della Giunta e sostituzione del vicesindaco, firmata da Cinquestelle, emilianisti di Con e Senso Civico. La notizia ha infastidito l’ex magistrato che non ha esitato a definire il capogruppo che ha parlato “compagno di merende” dello stesso giornalista. Il sindaco avrebbe chiesto e ottenuto dai consiglieri convocato l’astensione da ogni dichiarazione alla stampa. I consiglieri avrebbero acconsentito alla richiesta di Bonito, che non ha più proseguito con la minaccia di dimissioni.

Critiche le opposizioni.  Il consigliere di FdI Nicola Netti parla di “sindrome di superiorità illusoria. Benedetto Mandrone, di “Noi – Comunità in movimento”. in una nota nota chiede il “rispetto, dei ruoli, anche istituzionali, e per tutti noi”, mentre il consigliere comunale Rino Pezzano (Avanti Cerignola), definisce quanto successo uno “spettacolo indecente. (foto marchiodoc.it)

Vincenzo D'Errico

Giornalista professionista e scrittore, impegnato a lungo nell’emittenza locale, collaboratore del quotidiano L’Edicola del Sud, direttore della Rivista Filosofia dei Diritti Umani / Philosophy of Human Rights.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio