Cronaca

Bombe a Foggia: fermato 32enne albanese presunto autore di due attentati

Foggia – Un cittadino albanese, Erjon Rameta, di 32 anni, è stato fermato dagli agenti della squadra mobile di Foggia e dello Sco, su disposizione della Dda di Bari, perché sospettato di essere l’esecutore materiale di due attentati dinamitardi compiuti a Foggia.

Il primo attentato è ai danni del ristorante-friggitoria “Poseidon” e risale al 12 novembre dello scorso anno in vicolo Ciancarella, nel pieno centro storico della città.

L’ordigno aveva totalmente distrutto la saracinesca dell’attività e causato danni anche alle vicine abitazioni.

Il secondo riguarderebbe invece il centro diurno per anziani “Il Sorriso di Stefano” dei fratelli Luca e Cristian Vigilante, colpito da un attentato dinamitardo il 16 gennaio.

Il centro foggiano, alcune settimane fa, è stato nuovamente preso di mira dalla malavita locale.


A quanto si apprende, le accuse rivolte al 32enne albanese sono di danneggiamento e detenzione e porto illegale di materiale esplodente aggravato dal metodo mafioso.

Fondamentali ai fini investigativi sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza posizionate lungo le vie di arrivo e di fuga utilizzate dall’uomo per giungere sul luogo degli attentati.

In entrambe le occasioni l’uomo ha agito in sella ad una bicicletta

Fonte: Ansa

Redazione

Foggiareporter.it è il quotidiano online della Provincia di Foggia. Cronaca, eventi, politica e sport dalla Capitanata. Leggi tutti i nostri articoli.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock