Asparagi: alleati di cuore, muscoli e sistema nervoso

Gli asparagi hanno tante proprietà benefiche

Foggia Reporter

Gli asparagi, oltre ad essere molto gustosi, hanno tante proprietà benefiche: stimolano la diuresi, depurano l’organismo aiutano a prevenire i tumori, inoltre sono antiossidanti e svolgono una funzione antidepressiva. Ecco tutte le proprietà degli asparagi!

Gli asparagi sono ortaggi teneri e gustosi molto apprezzati per le loro proprietà diuretiche e depurative: sono composti per il 90% di acqua e contengono le purine che originano l’acido urico aiutando a ridurre il ristagno di liquidi.

Dal punto di vista nutrizionale gli asparagi sono ricchi di sali minerali, come calcio, fosforo, potassio, ma soprattutto il cromo che aiuta l’insulina a trasportare il glucosio dal sangue alle nostre cellule. Sono privi di colesterolo e contengono fibre vegetali molto utili per il benessere di stomaco e intestino. L’acido folico e la vitamina B12 invece, proteggono il sistema nervoso. Inoltre sono ricchi di vitamina A, C e vitamina E che conferiscono agli asparagi proprietà antiossidanti, oltre a rinforzare il sistema immunitario. L’asparagina poi ripulisce e purifica intestino, fegato, reni e polmoni.

Proprietà e benefici degli asparagi

Diuretici e depurativi sono un toccasana per i reni: gli asparagi contengono le purine che ci liberano dai ristagni di liquidi e che riducono il rischio di calcoli renali. Inoltre contengono asparagina che provoca il forte odore che avvertiamo nell’urina dopo che abbiamo mangiato asparagi. L’odore dell’urina è legato alla salute dei reni e alla loro efficienza: se il sistema renale funziona bene si avvertirà questo tipico odore delle urine 15 minuti dopo aver mangiato asparagi.

Da sempre sono utilizzati nella medicina popolare come antinfiammatorio per la milza e drenante per i polmoni.

Prevengono il diabete: consumare asparagi aiuta a prevenire il diabete di tipo 2 in quanto, alcune sostanze contenute in questo ortaggio, sono in grado di favorire la produzione di insulina, abbassando i livelli di glucosio nel sangue.

Antiossidanti e benefici per la pelle: gli asparagi sono ricchi di sostanze antiossidanti e ciò li rende utili a contrastare i segni dell’invecchiamento e a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi. Il glutadione aiuta la pelle proteggendola dagli effetti dannosi dei raggi solari e dell’inquinamento.

Abbassano la pressione e prevengono le malattie cardiocircolatorie: grazie alle saponine, ai polifenoli e al potassio gli asparagi aiutano ad abbassare le pressione alta. Inoltre il potassio garantisce il buon funzionamento dei muscoli, compreso il cuore prevenendo anche le malattie cardiovascolari.

Aiutano la circolazione: gli asparagi contengono rutina che rinforza le pareti dei capillari aiutandoci a migliorare la circolazione sanguigna ma anche il microcircolo prevenendo la comparsa dei capillari.

Antitumorali: l’inulina contenuta negli asparagi è importante per la prevenzione del tumore al colon. Inoltre contengono una sostanza, il glutadione che aiuta il nostro organismo a liberarsi da sostanze dannose e potenzialmente cancerogene.

Effetti lassativi per stomaco e intestino: l’inulina e l’alto contenuto di fibre rendono gli asparagi utili al buon funzionamento di stomaco e intestino: facilitano la digestione e proteggono la flora batterica intestinale, oltre ad avere un effetto lassativo.

Aiutano il sistema nervoso e combattono la tristezza: l’acido folico e la vitamina B12 aiutano a prevenire malattie del sistema nervoso, soprattutto quelle di tipo degenerativo. Gli asparagi svolgono una funzione antidepressiva, grazie a magnesio e potassio che donano anche energia combattendo la stanchezza.

Utili per ovaio policistico: gli asparagi contengono una buona percentuale di acido folico, importante per la prevenzione dell’ovaio policistico.

Controindicazioni

Gli asparagi contengono acido urico e purine, per questo sono controindicati in caso di gotta, cistite, prostatite, nefropatie, calcoli renali, prostatite e malattie osteoarticolari e reumatiche.

Gli asparagi sono sconsigliati a quei soggetti che sono allergici al nichel, all’acido acetilsalicilico, ma anche ad altri alimenti che appartengono alla famiglia delle liliaceae, come aglio e cipolla, in quanto potrebbero verificarsi reazioni allergiche con la presenza di irritazioni cutanee.

A cura della dott.ssa Antonella Stallone