Home»Viaggi e turismo»Vacanze sulla neve tra le colline dei Monti Dauni

Vacanze sulla neve tra le colline dei Monti Dauni

Voglia di una settimana bianca al Sud? Come here! In Puglia si può! I Monti della Daunia sono una delle location più gettonate per una vacanza tutta relax immersi nella neve. Nonostante l’area del Tavoliere sia quella più pianeggiante in tutta la regione (oltre al Salento), la zona  circostante è costituita da vette altissime come il Gargano  e Subappennino, rinomate mete turistiche anche nella stagione più fredda. Siamo nella regione culturale della Daunia e proprio qui, sulle alture della catena appenninica pugliese, svetta il monte più alto della Puglia: il Monte Cornacchia con i suoi 1.152 metri di altezza. Ogni anno l’inverno porta con sé così fitte nevicate tanto da imbiancare l’intero scenario romantico dei Monti Dauni.  Tra i 29 paesi della catena montuosa, il paesaggio è intervallato da morbidi profili collinari sui cui spuntano intramontabili castelli medievali e boschi incantati. Faggi e secolari querce si colorano di coltre bianca,  proteggendo gli animali di questa piccola “foresta” appenninica. Soprattutto in questo periodo dell’anno, non sarà difficile avvistare cinghiali neri, volpi, falchi e lupi, specie tipiche di queste zone boschive ricche di sorgenti, tartufi, erbe officinali e funghi. Non spaventatevi, è tutto naturale! La meraviglia di questo posto è la sua incontaminazione. La mano dell’uomo è visibile solo in parte, mentre il resto del territorio è immacolato, proprio come Madre Natura l’ha fatto! Per tale motivo, non vi sono piste sciabili, ma in compenso l’area è attrezzata ad hoc per percorsi trekking sulla neve. Allora, armatevi di ciaspole! Numerose sono le aree protette che racchiudono la rigogliosa natura di questo territorio: Vado del Tufo, il Bosco Cerasa e il meraviglioso specchio ghiacciato del Lago di Occhito e del Lago Pescara, sorgente idrica di origine vulcanica.

Infreddoliti da questa full immersion nella neve, non resterà che rifugiarsi al caldo all’interno di musei e chiese dei “Paesi più belli d’Italia” (Pietramontecorvino, Alberona, Bovino, Orsara di Puglia, Troia, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, ecc), testimonianza storica di primaria eccellenza. E se tutto questo non bastasse, le proprietà terapeutiche delle acque sulfuree faranno al caso vostro! Piscina, fanghi, massaggi, beauty farm e cure idroponiche allieteranno il vostro relax sullo sfondo dei tetti appuntiti di Castelnuovo della Daunia nel centro termale più conosciuto in tutto il Subappennino Dauno (http://www.termedicastelnuovo.com/).Da non sottovalutare, infine, la profonda esperienza culinaria. Parola d’ordine: genuinità! Un tripudio di carni e formaggi tipicamente autoctoni, accompagnati da pane, pasta e verdure di stagione intingendo un po’ il sapore in vini e birre artigianali. Un must è il pancotto.

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Un Foggiano tra i protagonisti della fiction "Che Dio ci Aiuti 4": si tratta di Gianmarco Saurino

Articolo successivo

L’impegno di Aquedotto Pugliese per l’emergenza gelo