Vaccini: in Puglia dieci bambini espulsi da asili nido e scuole materne

Sarebbero una decina i bambini espulsi in Puglia

Foggia Reporter

Puglia – Sarebbero una decina i bambini espulsi, in Puglia, da asili nido e scuole materne perché non in regola con gli obblighi vaccinali. Dopo l’ultimo provvedimento che prevede la copertura dei vaccini per l’iscrizione a scuola per i bambini di età compresa tra gli zero e i sei anni, nella nostra regione sono sorte alcune irregolarità.

Il dato è reso noto dalla dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, Anna Cammalleri.
Lunedì scorso, 11 marzo, è stato l’ultimo giorno utile per i genitori per presentare i certificati di vaccinazione dei bambini di età 0-6 anni. In Puglia la percentuale dei bambini vaccinati si aggira attorno al 95%, ma nel 5% residuo è compresa anche la percentuale di coloro che, a causa di patologie pregresse, sono esonerati dagli obblighi.

Il presidente regionale dell’associazione dei presidi, Roberto Romito, stima in un 2-3% la percentuale dei bambini che potrebbero essere allontanati dalle scuole perché non in regola con i vaccini.

Con il decreto Lorenzin sui vaccini, nel caso in cui i genitori non presentino un certificato attestante tutti i vaccini, è prevista l’espulsione dei bambini che frequentano un nido o una scuola materna.

Fonte: Ansa