Cronaca

Focolaio a Torremaggiore e festa per la fine del Ramadan? Il sindaco smentisce: “Nessun collegamento”

Torremaggiore – Ieri alcuni giornali locali hanno parlato di un presunto collegamento tra i nuovi contagi registrati a Torremaggiore e la festa per la fine del Ramadan.

Nella cittadina in provincia di Foggia sono risultate positive al Coronavirus 16 persone.

Ricostruiamo ciò che è successo. Domenica 24 maggio il sindaco di Torremaggiore, Emilio Di Pumpo, con un comunicato ufficiale ha aggiornato i suoi concittadini sulla presenza nuovi casi accertati di contagio da Coronavirus.

Un nuovo focolaio nella cittadina del Foggiano che ha alzato la curva dei contagi in Capitanata e ha visto coinvolti anche 5 cittadini appartenenti ad un nucleo famigliare originario del Marocco.

Tempestivamente è stata ricostruita la catena dei contagi e ad oggi le persone sottoposte ad isolamente preventivo sono 83, così come dichiarato dal direttore della ASL di Foggia Vito Piazzolla.

La situazione a Torremaggiore è molto delicata e il clima ieri si è fatto ancora più teso a causa della diffusione della notizia di un presunto collegamento tra il nuovo focolaio e i festeggiamenti per la fine del Ramadan, il mese in cui si pratica il digiuno per i credenti islamici e che è terminato sabato 23 aprile.

“Alla luce delle ultime notizie relative alla diffusione del contagio da Covid-19 che vede coinvolta la nostra cittadina, comunico che nei giorni del 23 e 24 maggio non vi è stata nessuna autorizzazione allo svolgimento dei festeggiamenti per la fine del Ramadan”, ha affermato il sindaco di Torremaggiore.

Non si è svolta alcuna festa nel comune del Foggiano e l’ipotesi fatta circolare da alcune testate, quindi, non può considerarsi credibile alla luce di quanto è stato dichiarato dal primo cittadino.

“Pertanto il dato riportato dalle ultime notizie che fa risalire il collegamento tra questo evento e la diffusione del virus, sono assolutamente false“, ha precisato il sindaco.

Annarita Correra

Mi chiamo Annarita Correra, ho 27 anni e amo raccontare storie. Credo che la bellezza salverà il mondo e per questo la cerco e la inseguo nella mia terra, la più bella del mondo. L’amore per la letteratura mi ha portato a conseguire la laurea triennale in Lettere Moderne e quella magistrale in Filologia Moderna. Ho collaborato con riviste online culturali, raccontando con interviste e reportage le bellezze pugliesi. La mia avventura con Foggia Reporter é iniziata cinque anni fa. Da un anno curo la linea editoriale del giornale, cercando di raccontare la città e la sua provincia in modo inedito, dando voce e spazio alla cultura e alle nostre radici. Mi occupo di web editor e creo contenuti digitali, gestisco la pagina Instagram del giornale raccogliendo e raccontando le immagini più belle delle nostra terra.

Articoli correlati

Back to top button
Close

Sostenerci è facile

Per favore, disabilita AdBlock