Home»Storie di successo»Compleanno centenario a Torremaggiore

Compleanno centenario a Torremaggiore

Altro compleanno ultracentenario a Torremaggiore: il signor Silvestro Gualano ha compiuto 104 anni

Altro compleanno ultracentenario: il signor Silvestro Gualano ha compiuto 104 anni

Ancora un compleanno “centenario” a Torremaggiore. Stavolta a compiere gli anni è stato Silvestro Gualano, padre del consigliere comunale Antonio Gualano. Nato l’8 agosto 1914 ha appena compiuto 104 anni ed è il quarto di sette figli di una famiglia laboriosa di San Marco in Lamis, trasferitasi a Torremaggiore nel 1934 per esigenze lavorative. Fattosi conoscere per la sua serietà e senso di responsabilità, ha ricevuto incarichi anche di fiducia da parte di famiglie latifondiste di allora come la “Masseria Iuso” e soprattutto quella dei Ciaccia, con la quale ha collaborato per molto tempo.

Messosi in proprio nei primi anni Cinquanta, ha coltivato vigneti, oliveti e ha portato con sacrifici i suoi due figli a conseguire la laurea. Uomo semplice, leale ed onesto, soprattutto rispettoso delle regole, ha condotto una vita sana, dividendosi tra lavoro e famiglia. Il suo metodo educativo per i figli è avvenuto soprattutto attraverso l’esempio dei suoi comportamenti.  Buon lettore e buon giocatore di tressette, apprezzato dai suoi amici di circolo che ha frequentato fino a qualche mese fa.

“Se quest’uomo non fosse stato mio padre, avrei desiderato un padre proprio come lui – ha commentato il figlio, Antonio Gualano che ha aggiunto – Da anni ormai festeggiamo il suo compleanno come se fosse l’ultimo. Spero che ci smentisca ancora per molto”.

“Attualmente ancora molto lucido e riflessivo è l’ennesimo fulgido esempio di persona che ha dedicato la propria vita al lavoro e alla famiglia – ha affermato il Sindaco di Torremaggiore, Pasquale Monteleone – Gli anziani sono una risorsa preziosa, sono le nostre radici e rappresentano coloro i quali abbiamo il dovere di tutelare, curare e amare. Solo non dimenticandoci mai da dove veniamo possiamo sperare di costruire Comunità sane in cui nessuno si senta mai solo e tutti possano concorrere all’accrescimento della qualità della vita”, ha concluso il primo cittadino.

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

XVI Festival della Letteratura Mediterranea: l'apertura

Articolo successivo

Lorenzo Sepalone premiato anche al Festival 'Inventa un film' di Lenola