Home»Storie di successo»Luigi Armiento: “mostro con orgoglio le bellezze della Puglia a turisti provenienti da ogni parte del Mondo”

Luigi Armiento: “mostro con orgoglio le bellezze della Puglia a turisti provenienti da ogni parte del Mondo”

Quattro chiacchiere con il giovane imprenditore Viestano

Oggi abbiamo il piacere di intervistare il giovane imprenditore Luigi Armiento, titolare di due resort del Gargano, il villaggio Club degli Ulivi e il villaggio turistico Padre Pio, mete ambite per turisti provenienti da tutto il Mondo.

Allora Luigi, cosa si prova a far conoscere la Puglia a cosi tanti turisti stranieri?
Far conoscere il nostro territorio, Vieste, il Gargano, la Puglia ai viaggiatori stranieri è un compito arduo ma allo stesso tempo gratificante. Io sono un giovane imprenditore ed opero in questo campo da circa dieci anni, sin da subito uno degli obbiettivi primari fu proprio quello di inserirci nel mercato europeo ed ora lavoriamo con molti turisti che provengono dall’ Olanda, Germania, Francia, Belgio, Polonia e molti altri che sempre più stanno scoprendo questo bellissimo territorio, il Gargano. Sono convinto che per lavorare bene nel settore turistico non bisogna mai smettere di studiare e capire bene le tendenze e le esigenze dei clienti stranieri, che molte volte sono differenti da quelle dei turisti Italiani. Quindi alla tua domanda rispondo: si prova un forte senso di responsabilità, ma anche una grande voglia di migliorarsi sempre più.

Cosa spinge cosi tanti turisti stranieri a visitare la nostra terra?
Il Gargano è una terra meravigliosa. Anche se qui il turismo è ormai presente da 50 anni, la sua peculiarità è quella di essere rimasto un territorio dove la natura è rimasta intatta nella sua bellezza. Il territorio del Gargano è molto eterogeneo, mare, spiagge, boschi, foreste, scogli, faraglioni, isole, religione, enogastronomia, sport e tradizione popolare sono una cornice così completa che raramente non riesce a soddisfare la voglia di vacanza dei turisti. In bassa stagione è poco affollata ed è questo il periodo preferito da questi viaggiatori che provengono da tutto il mondo. Nei mesi di maggio, settembre e ottobre si riesce a godere di tutte le meraviglie sopracitate senza il caos che per necessità si crea in alta stagione. Quindi ciò che gli spinge a venire fin qui è senz’altro la bellezza della natura ancora selvaggia e la comodità di vendere e visitare diversi paesaggi in un colpo solo.

Sappiamo che non è semplice, perchè la Puglia e il Gargano sono bellissimi (siamo un pò di parte NDR), ma c’è un luogo, che più di altri, merita di essere visitato?
Io ovviamente sono di parte ma per numero di presenze e quantità di servizi offerti sono certo nel dire che la meta più visitata e ambita dai viaggiatori stranieri è Vieste, anche chiamata la perla del Gargano; difficile non rimanere incantati dalle lunghe spiagge dorate con il basso fondale che permette alle famiglie con bambini di vivere una vacanza in serenità e sicurezza; e delle sue magnifiche baie e calette contornate dalle bellissime grotte marine, sono uno spettacolo che difficilmente riuscirete a dimenticare; poi l’antichissimo centro storico pieno di storia e leggende; La Foresta Umbra all’interno del Parco Nazionale del Gargano; il vento, protagonista importante per gli amanti di kite e windsurf che popolano le nostre spiagge del versante nord; le icone paesaggistiche come il monolite del Pizzomunno, il Faro di Sant’Eufemia, i Trabucchi, le torri costiere… Non potrei fermarmi più, questi e molti altri sono i motivi che mi spingono a dire che Vieste è la più bella e completa location di tutto il Gargano e non solo.

Quali consigli ti senti di dare ai giovani della tua terra?
Non arrendetevi mai, siate innovativi, e sperimentate sempre. Poi per quanto riguarda il settore turistico il consiglio più sincero che mi sento di darvi è siate accoglienti, perché l’accoglienza insieme al magnifico paesaggio che possediamo sono i nostri punti di forza. Lavorare nel turismo vuol dire mettere a proprio agio chi viene in visita nel nostro territorio, questo deve essere al centro del vostro lavoro, poi tutto il resto viene da solo

Cosa rappresenta per te il Gargano?
Il Gargano è la terra che amo. Qui sono nato e qui ho deciso di avviare la mia attività insieme alla mia famiglia. Questa terra è difficile ma non amo chi preferisce andar via senza cambiare nulla. Col tempo, con lavoro e sacrificio si possono raggiungere ottimi risultati, “ Perseveranza “. Ogni anno investo nelle mie strutture, ovvero nel Gargano. Quest’anno abbiamo migliorato alcuni servizi del villaggio Club degli Ulivi, invece presso il Residence Padre Pio abbiamo creato un nuovo ristorante e una SPA. Questo per farvi capire che credo sempre più in questo territorio. Credo che nei prossimi 10 anni assisteremo ad un boom del Gargano e sto attuando la mia strategia di medio/lungo termine per essere pronto. Quindi cosa posso dirti di più, il Gargano è il mio passato, il mio presente, il mio futuro, in due parole la mia vita.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Differenziare al meglio le strutture cercando di specializzarci sempre più, come abbiamo già iniziato a fare, presso il villaggio club degli Ulivi, specializzandoci nel servizio bike con all’interno della struttura una rivendita/Noleggio e rimessaggio di bike e attrezzature Scott con una guida e un meccanico, mentre presso La Tenuta Padre Pio nel benessere, quindi Spa e cucina a Km 0. Quello che posso aggiungere è che da qualche anno sto investendo molto nel digital. Credo che la presenza online della mia attività sia fondamentale, specialmente per arrivare ai viaggiatori stranieri. Quindi per il futuro voglio continuare su questa strada.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Busta con proiettile al Sindaco di Apricena

Articolo successivo

Tentata rapina in abitazione: i carabinieri arrestano un 32enne