Home»Storie di successo»Celeste Di Gregorio si racconta prima di Sanremo

Celeste Di Gregorio si racconta prima di Sanremo

Ecco un nuovo appuntamento con la rubrica “Storie di successo” made in Foggia. Oggi, conosceremo Celeste Di Gregorio che a breve parteciperà alle semifinali di Area Sanremo.

Quando è nata la tua passione per la musica?

Fin da bambina ho avuto una forte predisposizione verso la musica, un’inclinazione, questa, che ancora oggi mi sta accompagnando nella mia crescita artistica tanto da convincermi anche ad intraprendere un vero e proprio percorso di canto fatto di molte ore di studio, grossi sacrifici e tanto impegno. Anni fa questo percorso, purtroppo, ebbe una lunga battuta d’arresto a causa di gravi motivi di salute che mi impedivano di cantare. Restai lontana dalla musica per molti anni. Ma, grazie ad una forte volontà, decisi di rimettermi seriamente sotto con gli studi di canto e mi iscrissi all’Accademia “Lizard” nella sede di Foggia. Dopo mesi di studio e di impegno decisi di lasciare la Lizard e seguire il Laboratorio di Canto di Valerio Zelli degli O.R.O., grazie al quale ho approfondito la tecnica vocale sviluppando la mia identità canora.

C’è un cantante al quale ti ispiri?

Alessandra Amoroso è la mia preferita. Ho tutta la sua discografia che conservo gelosamente. La sua voce presenta un timbro molto particolare che solo poche cantanti di grande successo presentano. É un dono divino. Tuttavia, non mi ispiro a nessuno in particolare perché credo fortemente che la musica sia l’unica fonte in grado di comunicare tutte le varie emozioni.

Che cosa vuoi comunicare con la musica?

Ciò che davvero sono, senza emulare nessuno e restando impressa nel cuore delle persone.

Sei alle semifinali di Area Sanremo. Cosa rappresenta questa esperienza?

Area Sanremo Tour è il primo concorso importante al quale partecipo. É la mia “Serie A” e con la musica ho già raggiunto la salvezza. Ora vorrei qualificarmi per l’Europa League, ovvero le Finali Nazionali. Poi tutto quello che verrà potrebbe essere un sogno meraviglioso.

Quali progetti hai per il futuro?

Vorrei vivere di musica e continuare a sognare una realtà fatta di note e cime inesplorate. Quando canto mi sembra di volare.

Cosa rappresenta per te Foggia?

Rappresenta il mio tutto. C’è la mia vita, il mio mondo, i miei errori passati. Rimarrà sempre rifugio del cuore nonostante le difficoltà che la caratterizzano.

 

 

 

 

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Controlli da parte dei Carabinieri: sette arresti nel cerignolano

Articolo successivo

Salta in aria il negozio Esteticamente

Nessun commento

Lascia un commento