Home»Sport»Tris del Foggia alla Vibonese. Stroppa come Zeman: 9 punti dopo 3 giornate

Tris del Foggia alla Vibonese. Stroppa come Zeman: 9 punti dopo 3 giornate

Il Foggia supera 3-0 la Vibonese allo Zaccheria e agguanta il Lecce, vittorioso a Melfi nel pomeriggio, in testa alla classifica a quota 9

Il Foggia supera 3-0 la Vibonese allo Zaccheria e agguanta il Lecce, vittorioso a Melfi nel pomeriggio, in testa alla classifica a quota 9. Le reti sono state realizzate da Riverola al 41′, da Mazzeo (al primo centro in rossonero) al 64′ e da Sarno al 77′. Tre su tre per Giovanni Stroppa alla guida del Foggia: niente male per il tecnico di Mulazzano, che ha schierato la stessa formazione vittoriosa sei giorni fa a Siracusa ed ha avuto ragione di una Vibonese arroccata in difesa sin dalle prime battute.

Le formazioni iniziali:

Foggia: Guarna, Angelo, Coletti, Empereur, Rubin, Vacca, Agnelli, Riverola, Chiricò, Sarno, Mazzeo

Vibonese: Russo, Franchino, Paparusso, Giuffrida, Sicignano, Scapellato, Saraniti, Leonetti, Yabrè, Manzo, Sabato.

Cronaca – Al 10′ primo tentativo rossonero con Chiricò che ci prova dalla distanza. Cinque minuti dopo ancora il brindisino prova ad accendere la luce ma il suo sinistro si spegne alto. Al 27′ Agnelli serve l’accorrente Angelo sulla destra, che guadagna soltanto un calcio d’angolo. Sugli sviluppi, pericolosa ripartenza ospite con Chiricò costretto a fare gli straordinari per sventare il contropiede dei calabresi. Al 31′ Mazzeo ben servito da Vacca non riesce a battere Russo che si supera sulla conseguente battuta a rete di Riverola. Un minuto dopo il solito Chiricò sfiora il palo con un mancino insidioso. Al 41′ Foggia in vantaggio: Riverola è abile a correggere in rete un tiro al volo svirgolato da Agnelli e supera Russo di sinistro. Si conclude la prima frazione sul punteggio di 1-0.

Inizia la ripresa con Mazzeo subito pericoloso al 50′, la sua rasoiata termina di poco a lato. Quattro minuti dopo clamorosa occasione sciupata da Agnelli che spreca tutto solo davanti a Russo su assist di Sarno. Il Foggia non riesce a chiudere la partita e rischia addirittura di subire il pareggio, Guarna deve opporsi su Sabato. Al 65′ il raddoppio di Mazzeo: l’ex Benevento riceve da Agnelli a centro area, si destreggia spalle alla porta e calcia con rabbia il pallone del 2-0. Prima rete per lui. Al 77′ il tris è firmato da Sarno, che conclude al meglio un suggerimento di Maza, appena entrato al posto di Chiricò e mette in ghiaccio la partita. Nel finale c’è spazio anche per Padovan, in campo al posto di Agnelli. Pura accademia nei minuti conclusivi, con il Foggia che prova ad incrementare ulteriormente il punteggio.

Termina 3-0 per i rossoneri che conquistano la terza vittoria in tre partite. Non accadeva dalla stagione 1990/91, in Serie B con Zeman in panchina.

 

 

 

 

 

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Primo tempo, Foggia-Vibonese 1-0. La sblocca Riverola

Articolo successivo

San Severo, il record delle donne che fecero la storia