Home»Sport»Stroppa: “Domani servirà cattiveria e determinazione per esaltare le nostre qualità”

Stroppa: “Domani servirà cattiveria e determinazione per esaltare le nostre qualità”

Conferenza stampa di Giovanni Stroppa alla vigilia di Foggia-Messina, in programma domani alle 16.30. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossonero

Conferenza stampa di Giovanni Stroppa alla vigilia di Foggia-Messina, in programma domani alle 16.30. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossonero:

“La strada da seguire domani sarà quella della concentrazione, determinazione e cattiveria agonistica. Il Messina è una buona squadra, con giocatori di categoria superiore. Non possiamo dare per scontato che sia una partita facile. Accantoniamo Foggia-Francavilla e pensiamo a questa partita che è veramente importante e difficile.”

Mercato: “In alcuni ruoli ci siamo rinforzati, mi dispiace non aver preso un esterno alto e un terzino under che avrebbe completato la rosa, ma è chiaro che sono soddisfatto del mercato. Da un punto di vista fisico i nuovi arrivati non sono ancora al livello di chi gioca regolarmente, quindi bisogna avere pazienza perchè la nostra è una squadra collaudata con dei meccanismi, e non mi va di inventarmi nulla in questo momento”

 

“Sei hai la cattiveria di portare a casa il risultato, il lato tecnico viene da sè. Non possiamo prescindere da questo se vogliamo fare le cose in grande”

“Sarno lo porto in panchina, se ci sarà bisogno lo metterò dentro, perchè può sempre inventare qualcosa con la palla tra i piedi, ma non bisogna avere fretta. Agnelli? In questo momento il centrocampo sta andando molto bene, i titolari per il momento sono quelli che stanno giocando. Arriverà il momento che Sicurella, per fare un esempio, o qualcuno che sta giocando meno, sarà titolare. Chi non ha il posto deve rimboccarsi le maniche per riconquistarlo, e chi ha il posto deve tenerselo stretto”.

“Le altre squadre non mi interessano, mi interessa soltanto cosa può fare il Foggia. Due partite consecutive in casa non è difficile vincerle, ma abbiamo le capacità per farlo se abbiamo la cattiveria giusta. Fino alle fine le prime quattro saranno lì a giocarsi il campionato, noi dobbiamo guardare in casa nostra, il nostro percorso passa attraverso quello che faremo noi, non quello che faranno gli altri”.

“Siamo arrivati ad un livello che da un lato mi soddisfa, ma dall’altro non mi basta perchè c’è ancora tanto da lavorare, sabato ho visto degli errori. Sabato siamo stati bravi a cambiare marcia nella stessa partita, a rallentare o velocizzare quando era il caso. Questa settimana ho visto un ottimo atteggiamento da parte di tutta la squadra. In questo momento, avere la forza di vincere partite consecutive può avere un certo tipo di distacco per poter capire se si  può gestire oppure rimanere insieme alle altre e continuare il tipo di campionato fatto fino ad ora.”

Quanto è importante vincere domani: “E’ una partita come le altre, pensiamo a noi, a quello che possiamo mettere in campo con rispetto ma con la volontà e la determinazione. Sarò ripetitivo, ma se non metti in campo cattiveria e determinazione non vai da nessuna parte contro nessun avversario.”

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Messina, Lucarelli: "Non faremo le vittime sacrificali. Milinkovic sarà convocato"

Articolo successivo

In crescita il baseball foggiano, nasce il progetto Sixth Tools di Fovea Embers