Home»Sport»Il Foggia si illude poi crolla nella ripresa. Il Parma vince 3-1

Il Foggia si illude poi crolla nella ripresa. Il Parma vince 3-1

Il Foggia esce sconfitto 3-1 dal Tardini dopo aver accarezzato per più di un’ora l’idea di sbancare il campo degli emiliani, che resta un tabù (rossoneri mai vittoriosi a Parma nella loro storia). In dieci dal 13′ per l’espulsione di Loiacono, il Foggia era passato in vantaggio al 24′ con il solito Mazzeo e aveva sfiorato addirittura il raddoppio al 40′ con la traversa di Kragl. Nella ripresa, l’atteggiamento rinunciatario degli uomini di Stroppa viene punito dai padroni di casa che trovano il pareggio di Calaiò al 74′ e il 2-1 di Siligardi all’80’. Nel finale arriva anche il tris realizzato da Ceravolo.

FORMAZIONI UFFICIALI

Consueto 3-5-2 per Stroppa che ritrova Gerbo e Nicastro dal 1′. Out Zambelli per un problema muscolare, non convocati Tarolli e Celli.

Nel Parma, D’Aversa deve far fronte a diverse assenze. In difesa spazio a Di Cesare per l’infortunato Iacoponi. A centrocampo, dal 1′ l’ex Vacca al posto di Munari. In attacco, tridente composto da Ceravolo, Siligardi e Di Gaudio con Calaiò che parte dalla panchina.

Parma (4-3-3): Frattali; Gazzola, Di Cesare, Lucarelli, Gagliolo; Dezi, Vacca, Scavone; Siligardi, Ceravolo, Di Gaudio
A disposizione: Nardi, Dini, Mazzocchi, Calaiò, Baraye, Frediani, Anastasio, Barillà, Sierralta
Allenatore: Sig. Roberto D’Aversa

Foggia (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese, Loiacono; Gerbo, Agnelli, Greco, Deli, Kragl; Mazzeo, Nicastro
A disposizione: Noppert, Figliomeni, Fedato, Beretta, Duhamel, Martinelli, Rubin, Agazzi, Floriano, Ramé, Scaglia, Calabresi
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

PRIMO TEMPO

Clima da Serie A al Tardini. Circa 4000 i tifosi rossoneri presenti nel settore ospiti

Dopo due minuti la prima occasione per il Foggia. Gerbo innesca Mazzeo che calcia debolmente tra le braccia di Frattali. Al 10′ botta da fuori di Agnelli con palla alta sopra la traversa. Al 13′ la gara si mette subito in salita per i rossoneri. Loiacono stende Ceravolo lanciato a rete. Cartellino rosso e Foggia in dieci. Stroppa passa al 4-3-2

Nonostante l’inferiorità numerica gli uomini di Stroppa non accusano il colpo, anzi al 24′ il Foggia passa in vantaggio. Punizione di Kragl respinta dalla barriera, destro di Agnelli che tocca il palo e resta ferma sulla linea di porta. Mazzeo si avventa sulla sfera e deposita facilmente in rete per il gol dell’1-0. Tredicesima rete stagionale per il bomber rossonero che fa esplodere il settore ospiti del Tardini.

Al 33′ la replica dei padroni di casa si concretizza con un colpo di testa di Dezi di poco alto su cross dalla sinistra di Gagliolo. Al 40′ il Foggia sfiora il raddoppio. Siluro su calcio di punizione di Oliver Kragl che scheggia la traversa e rimbalza sulla linea di porta. La prima frazione si chiude con l’ammonizione a Tonucci. Si va al riposo sul punteggio di Parma 0 Foggia 1.

SECONDO TEMPO

D’Aversa opera il primo cambio della partita. In campo Emanuele Calaiò per Di Gaudio. Stroppa risponde inserendo Martinelli per Nicastro e il Foggia passa alla difesa a 5. Al 56′ rigore invocato dai padroni di casa per una presunta strattonata di Kragl su Scavone sugli sviluppi di un calcio di punizione di Siligardi. Il Parma preme alla ricerca del pareggio, mentre i rossoneri sembrano accusare il colpo e provano soltanto a contenere.

D’Aversa si gioca il tutto per tutto e schiera le quattro punte. Fuori Vacca, dentro Baraye che va a rinforzare il reparto offensivo composto da Calaiò, Ceravolo e Siligardi. Parma sbilanciato in avanti alla ricerca dell’1-1. Lo stesso Baraye prova ad impensierire Guarna con un colpo di testa che termina alto. Stroppa getta nella mischia Duhamel per provare ad alzare il baricentro, l’attaccante francese entra in campo al posto di Deli.

Al 73′ il Parma perviene al pareggio. Lancio per Ceravolo che scatta sul filo del fuorigioco, Guarna respinge il traversone basso dell’attaccante emiliano ma sulla respinta Calaiò non si fa pregare e realizza l’1-1. 

Al 78′ uscita a vuoto di Guarna su Ceravolo, l’attaccante gialloblù trova l’opposizione di Camporese che respinge di petto. Ma il 2-1 è nell’aria ed arriva puntuale due minuti più tardi: destro di Baraye da fuori area respinto da Guarna, Siligardi riprende la sfera e di sinistro realizza il vantaggio dei ducali. Stroppa inserisce Floriano per Gerbo ma ormai è troppo tardi, e nel finale arriva anche il 3-1 di Ceravolo.

Il Foggia esce sconfitto 3-1 dal Tardini e resta fermo a quota 43 punti in classifica perdendo un possibile treno di avvicinamento alla zona playoff.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Incidente stradale a Foggia: violento impatto tra due utilitarie

Articolo successivo

Parma-Foggia 3-1, Stroppa: "Peccato per la traversa, ottimi per 45 minuti"