Home»Sport»Messina, Lucarelli: “Non faremo le vittime sacrificali. Milinkovic sarà convocato”

Messina, Lucarelli: “Non faremo le vittime sacrificali. Milinkovic sarà convocato”

L'allenatore del Messina, Cristiano Lucarelli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Foggia in programma domani allo Zaccheria (16.30):

L’allenatore del Messina, Cristiano Lucarelli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Foggia in programma domani allo Zaccheria (16.30):

“Calciomercato a parte, questa è stata una settimana tranquilla. Abbiamo fuori solo Foresta che ha una fastidiosa pubalgia, per il resto sono tutti disponibili. Stiamo lavorando anche per recuperare Ciccone, ci vorrà ancora del tempo. È un calciatore che potrà darci cambio di passo e tecnica, rinforzo per la parte finale del campionato”.

Avversario impossibile sulla carta il Foggia:“Noi di fare le vittime sacrificali non ne abbiamo nessuna voglia, contro le grandi le nostre prestazioni sono state sempre di livello, Lecce a parte. Conosciamo i loro punti di forza, sappiamo quello che dobbiamo fare e, come dimostrato contro la Juve Stabia, sarà il campo a dire l’ultima parola. Il Foggia è una squadra che ha puntato tanto sulla continuità, rispetto alla gestione De Zerbi hanno mantenuto lo stile e la mentalità”.

Sarà convocato anche Milinkovic, inseguito dai rossoneri in questa sessione di mercato: ““Dobbiamo capire che i calciatori sono aziende, spesso pensano più al loro bene che a quello della squadra. Le cazzate, però, le fanno tutti ed è giusto che consideriamo chiusa questa vicenda. Lui atterra a Catania solo stasera, non si è allenato quattro giorni ma fisicamente è mostruoso. Sarà convocato per Foggia”.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Un grande amore rossonero. I nuovi acquisti del Foggia al GrandApulia

Articolo successivo

Stroppa: "Domani servirà cattiveria e determinazione per esaltare le nostre qualità"