Home»Sport»Il procuratore di Iemmello gela il Foggia: “E’ richiesto da tre club di Serie A”

Il procuratore di Iemmello gela il Foggia: “E’ richiesto da tre club di Serie A”

Davide Lippi, procuratore dell'attaccante del Foggia Pietro Iemmello, ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale web Cittadellaspezia.com riguardanti il futuro del bomber di proprietà del club ligure.

Davide Lippi, procuratore dell’attaccante del Foggia Pietro Iemmello, ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale web Cittadellaspezia.com riguardanti il futuro del bomber di proprietà del club ligure.

“Ha tanti occhi addosso, anche in serie A e anche da parte di società di peso. Non solo il Crotone, altre due di serie A me lo hanno chiesto”, ha confermato Lippi. “Si tratta di un ragazzo che viene da due anni molto importanti, con 60 gol fatti. Vedremo quello che succederà, c’è tempo per ragionare. Di certo lo Spezia è una società importante ed è la proprietaria del cartellino, più avanti ci siederemo per fare ragionamenti”.

“Io ho già incontrato lo Spezia – conferma Lippi – sappiamo che c’è un progetto e che Pietro potrebbe farne parte. Però a volte ci sono opportunità che sono difficili da rifiutare. In caso di cessione lo Spezia vorrebbe monetizzare? Magari il mercato crea delle situazioni per cui il prossimo anno potrebbe essere ancora più vantaggiosa una cessione. Insomma vedremo, per ora non c’è fretta. In ogni caso prima di prendere qualsiasi decisione, ci siederemo a un tavolo innanzitutto con lo Spezia e valuteremo tutte le ipotesi”.

Oltre al Crotone, anche l’Empoli sarebbe sulle tracce del “Re”, mentre non è da escludere la pista che porta a Benevento in Serie B.

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Michele Emiliano loda Maruzzi: “Sei il sindaco che San Giovanni Rotondo aspettava”

Articolo successivo

Lo sfogo di De Zerbi: "Smentisco categoricamente questa notizia..."