Home»Sport»Gerbo: “Contro l’Akragas dovremo avere un atteggiamento diverso rispetto a Matera. Inizio di stagione positivo”

Gerbo: “Contro l’Akragas dovremo avere un atteggiamento diverso rispetto a Matera. Inizio di stagione positivo”

Il centrocampista del Foggia, Alberto Gerbo, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa. Ecco quanto raccolto da Foggiareporter.it

Il centrocampista del Foggia, Alberto Gerbo, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa. Ecco quanto raccolto da Foggiareporter.it:

Matera: “Il risultato di Matera è stato positivo, un pareggio ci può stare. Sono una grande squadra, è stato un punto importante perchè li abbiamo tenuti a quattro punti di distanza. In alcune situazioni potevamo fare meglio, potevamo essere più incisivi sulla trequarti.”

Primo bilancio di stagione: “Ad inizio stagione qualcuno ci avrebbe messo la firma per fare un inizio di campionato così. Adesso è ancora presto per guardare la classifica. C’è equilibrio avanti, chi sbaglierà meno e riuscirà a curare meglio il dettaglio potrà aggiudicarsi il campionato. Anche il Lecce sta facendo un grande cammino. Al ritorno giocheremo le partite importanti in casa. Chi sbaglierà meno e curerà i dettagli rimarrà avanti sino a fine stagione”

 

 

Akragas: “Contro l’Akragas potrebbe esserci un atteggiamento differente rispetto a quello del Matera. Abbiamo già analizzato i nostri errori. L’Akragas potrebbe venire a chiudersi, per nessuno è facile venire allo Zaccheria ed imporre il proprio gioco. Abbiamo giocatori importanti che possono risolvere la partita in qualsiasi momento.”

Bilancio personale: “Io vorrei giocare sempre, ma c’è il mister e ci sono molti compagni perciò è normale non poterlo fare. Credo di non essere ancora al 100% e di poter migliorare in alcuni aspetti. In generale, il primo anno a Foggia è stato faticoso a causa dell’infortunio. L’anno scorso mi sono tolto qualche soddisfazione. Ho lavorato tanto per migliorarmi e non abbiamo centrato l’obiettivo per poco. Quest’anno si gioca per vincere, le aspettative sono alte ed a Foggia mi trovo bene. Ho fatto pochi gol in carriera? Si, dovrei migliorare sotto questo aspetto. Io però spesso scendo a prendere la palla nell’altra parte della metà campo. Sono contento sia che segno io ed anche se lo fanno i miei compagni”.

Spesso la squadra fatica nel primo tempo: “Io credo che nei primi tempi le squadre siano più concentrate e chiudano meglio gli spazi. Poi noi tendiamo a schiacciare molto gli avversari. Poi nella ripresa, magari anche a causa della stanchezza loro, riusciamo a realizzare il gol che sblocca la partita.”

 

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Medici degli Ospedali Riuniti all'Ottobre Dauno: visite gratuite dal 5 al 9 Ottobre

Articolo successivo

Appuntamento con la Daunia: da Peppe Zullo con “Il cibo del futuro”