Home»Sport»Foggia, così non ci siamo! Rossoneri travolti al Partenio

Foggia, così non ci siamo! Rossoneri travolti al Partenio

Il Foggia esce con le ossa rotte dal Partenio. I rossoneri soccombono 5-1 contro l'Avellino

Il Foggia esce con le ossa rotte dal Partenio. I rossoneri soccombono 5-1 contro un Avellino più determinato che ha messo in campo, come nelle previsioni, tutte le sue armi di aggressività e carattere rispetto a un Foggia ancora troppo morbido e prevedibile che, così come a Pescara, ha concesso troppo in fase difensiva. Primo campanello d’allarme della stagione: dopo tre partite gli uomini di Stroppa hanno conquistato soltanto un punto, ma soprattutto concesso ben undici reti. Tante, troppe per le ambizioni rossonere. Serve una pronta reazione, a cominciare dal prossimo impegno contro il Palermo, sulla carta proibitivo contro i rosanero.

Stroppa rivoluziona l’undici iniziale schierando un inedito 3-5-2 con l’esordio assoluto di Camporese in difesa e quelli dal primo minuto di Fedele e Beretta. Novellino costretto a rinunciare a Rizzato, sostituito da Falasco. Presenti circa mille tifosi rossoneri nel settore ospiti. Avellino aggressivo sin da subito e vicino al gol dopo appena tre minuti: sul destro del marocchino Bidaoui, Guarna si distende e ci mette una pezza, sulla respinta Rubin libera in fallo laterale. Al nono calcio di rigore per i lupi: Morosini serve Ardemagni, l’attaccante calcia sul palo, sulla respinta trattenuta (dubbia) di Empereur su Molina. Dal dischetto, Ardemagni realizza l’1-0 con un destro secco potente e preciso. Inizio in salita per il Foggia che soffre il pressing degli irpini. Al 16′ Morosini salta Coletti e conclude alto. Il Foggia soffre le ripartenze dei padroni di casa, e al 20′ arriva il meritato raddoppio: imbucata centrale di Molina per Morosini che conclude sotto le gambe di Guarna. Stroppa corre subito ai ripari inserendo Chiricò per Empereur, fuori per un problema fisico. Il Foggia torna al 4-3-3 con Chiricò largo a destra, Mazzeo centrale e Beretta largo a destra. Al 28′ calcio di rigore per il Foggia per fallo di mano di Morosini: Mazzeo spiazza Lezzerini e accorcia le distanze, realizzando la sua seconda rete in campionato. Pronta la replica dei padroni di casa con il bel destro al volo del solito Morosini imbeccato da Di Tacchio, la palla termina sull’esterno della rete. Non riesce a scuotersi il Foggia che continua a soffrire tremendamente sulle corsie esterne e subisce anche il terzo gol al 36′: cross di Laverone e colpo di testa vincente di Morosini che anticipa Coletti. Al 39′ bella incursione di Gerbo sulla destra e cross al centro sul quale Migliorini ci mette una pezza anticipando Beretta. Un minuto dopo ci prova Vacca da fuori area ma il suo destro a giro si spegne abbondantemente a lato. Sfiora il gol Chiricò al 41′, il numero sette rossonero si accentra e lascia partita un sinistro velenosissimo che sfiora il montante sinistro di Lezzerini. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 3-1 per gli irpini.

Inizia la ripresa con i rossoneri più propositivi. Dopo due minuti classica giocata di Chiricò, il suo sinistro termina a lato. Al 14′ secondo cambio operato da Stroppa: esce Agazzi, ammonito, entra Deli. Passano trenta secondi e l’Avellino cala il poker: Bidaoui semina il panico nella retroguardia rossonera e mette al centro per Molina che schiaccia di testa, Guarna respinge sui piedi di Ardemagni che realizza la sua personale doppietta. Il Foggia accusa il colpo, ci prova soltanto il solito Chiricò che, si muove bene ma pecca in fase conclusiva. Alla mezz’ora arriva anche la quinta rete ad opera del neo entrato Castaldo pronto a ribattere in rete dopo la traversa di D’Angelo. Foggia al tappeto, lo stesso Castaldo sfiora la doppietta pochi minuti dopo, ma Guarna questa volta si oppone. Al 38′ Deli serve Mazzeo che piazza il mancino ma Lezzerini si oppone in grande stile negando la doppietta al bomber rossonero. Nel finale, spazio anche per Nicastro che rileva Beretta. Termina 5-1, un pomeriggio da dimenticare per il Foggia.

 

Formazioni ufficiali:

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Laverone, Suagher, Migliorini, Falasco; Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui; Morosini, Ardemagni. All. Novellino

Foggia (3-5-2): Guarna, Camporese, Coletti, Empereur; Gerbo, Agazzi, Vacca, Fedele, Rubin; Beretta, Mazzeo. All. Stroppa

Marcatori: 9′ Ardemagni, 20′ Morosini, 27′ Mazzeo, 36′ Morosini, 62′ Ardemagni, 73′ Castaldo

Ammoniti: D’Angelo, Molna (Avellino), Fedele, Agazzi, Gerbo (Foggia)

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Primo tempo, Avellino-Foggia 3-1

Articolo successivo

Stroppa: "Mi assumo le responsabilità di questa sconfitta"