Home»Sport»Foggia-Cesena 2-1. Mazzeo fa esplodere lo Zaccheria al 95′

Foggia-Cesena 2-1. Mazzeo fa esplodere lo Zaccheria al 95′

Termina 2-1 l’anticipo della 31^ giornata di Serie B allo Zaccheria tra Foggia e Cesena. Ospiti in vantaggio al 43′ con la rete dell’ex Karim Laribi, nell’unica sortita offensiva dei romagnoli nel primo tempo. Il pareggio del Foggia al 47′ con un colpo di testa di Agnelli su cross di Kragl. 2-1 rossonero al 95′ grazie a Fabio Mazzeo.

Tre punti insperati per il Foggia, quando ormai tutto lasciava presagire un pareggio. In classifica gli uomini di Stroppa salgono a quota 40 punti in classifica, mentre i romagnoli restano ancorati a quota 33.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

Stroppa deve rinunciare soltanto a Gerbo squalificato. Due le novità nella formazione titolare. In campo Fedato sull’out di destra e Duhamel in attacco al fianco di Mazzeo.

Castori schiera un 4-4-1-1 con l’ex Laribi alle spalle di Moncini. Soltanto in panchina gli altri due ex della sfida, Fedele e Chiricò.

Foggia (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese, Loiacono; Fedato, Agnelli, Greco, Deli, Kragl; Mazzeo, Duhamel.
A disposizione: Noppert, Figliomeni, Beretta, Martinelli, Nicastro, Rubin, Agazzi, Floriano, Celli, Ramè, Scaglia, Calabresi.
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa.

Cesena (4-4-1-1): Fulignati, Perticone, Laribi, Schiavone, Moncini, Suagher, Dalmonte, Donkor, Vita, Di Noia, Scognamiglio.
A disposizione: Agliardi, Melgrati, Cascione, Eguelfi, Fazzi, Chiricò, Fedele, Kupisz, Emmanuello.
Allenatore: Fabrizio Castori.

PRIMO TEMPO

Buona cornice di pubblico allo Zaccheria. Presenti circa 10.000 spettatori.

Inizio vibrante del Foggia, che produce la prima vera occasione da rete al quarto d’ora: Deli serve Duhamel che a centro area si fa ipnotizzare da Fulignati, sulla respinta Agnelli la piazza di precisione ma trova il salvataggio sulla linea di Perticone. Alla mezz’ora conclusione sballata di Laribi. Sette minuti più tardi gran sinistro di Agnelli (fino a quel momento beccato dal pubblico per qualche errore di troppo in fase di impostazione) e respinta di Fulignati.

Al 43′ Cesena inaspettatamente in vantaggio: Laribi riceve la sfera al limite dell’area di rigore e non ha problemi a piazzarla di piatto alle spalle di Guarna. 1-0 per gli uomini di Castori, fino a quel momento mai pericolosi dalle parti di Guarna. Non esulta l’ex Laribi dopo il gol del vantaggio.

La reazione rossonera è tutta in un mancino di Kragl, tra i più positivi del primo tempo. Fischi del pubblico invece per Fedato, che sembra un corpo estraneo al resto della squadra.

Si chiude il primo tempo sul punteggio di Foggia 0 Cesena 1. Un punteggio troppo severo per il Foggia, colpevole però di essersi fatto trovare impreparato sull’unica ripartenza dei romagnoli.

SECONDO TEMPO

Prima sostituzione della partita. Castori inserisce Kupisz per Vita.

Al 47′ il pareggio del Foggia: cross millimetrico del solito Kragl per la testa di Agnelli, il pallone colpisce prima la traversa e poi termina in rete dopo un tocco di Fulignati. 1-1 e grande soddisfazione per il capitano alla presenza numero 201 con la maglia del Foggia.

Il Foggia preme alla ricerca del raddoppio sulle ali dell’entusiasmo. Al 50′ Duhamel la mette in mezzo per Mazzeo che non riesce a deviarla quanto basta per realizzare il possibile 2-1. Al 66′ risposta ospite, gran destro di Laribi di poco alto. Al 70′ entra in campo Chiricò per Dalmonte, tra gli applausi dei suoi ex tifosi. Stroppa risponde inserendo Nicastro per Duhamel. Sufficiente la prestazione dell’attaccante francese, generoso ma ancora lontano dalla migliore condizione. Fuori anche Fedato, subissato di fischi dalla tribuna, per Scaglia.

Al 76′ potenziale occasione per i romagnoli sempre con Laribi che scappa in contropiede ma serve male Moncini libero sulla sinistra. Un minuto più tardi Kragl serve Deli che prova il destro a giro dal limite dell’area: pallone in Curva Sud. Al 79′ i rossoneri rischiano grosso. Mischia in area di rigore non finalizzata al meglio dagli attaccanti ospiti. Il Foggia non riesce più a impensierire Fulignati, dopo l’ottimo avvio di secondo tempo.

All’88’ Stroppa getta nella mischia anche Floriano per Deli tentando il tutto per tutto. Ma gli uomini di Castori tengono botta, soffrendo soltanto per un colpo di testa di Tonucci.

Ma al 94′ arriva, inaspettato, il gol del 2-1. Mazzeo si presenta a tu per tu con Fulignati, la sua prima conclusione è respinta, poi il bomber rossonero ribatte in rete facendo letteralmente esplodere lo Zaccheria

Finisce 2-1 con il Foggia che adesso sogna i playoff.

Al fischio finale, festeggiamenti e celebrazioni per le 200 presenze del capitano Christian Agnelli.

 

 

 

0
Condivisioni
Pinterest Google+
Articolo precedente

Scontri durante Foggia-Brescia, Daspo per 12 ultras bresciani

Articolo successivo

Conosciamo meglio Rosa Menga, la foggiana eletta alla camera con il M5S

Nessun commento

Lascia un commento