Home»Sport»Foggia Calcio, il punto sul mercato in uscita

Foggia Calcio, il punto sul mercato in uscita

Da Vacca a Sarno, ecco chi lascerà Foggia in questa sessione invernale di calciomercato

Si apre oggi ufficialmente la sessione invernale di calcio mercato. Per il Foggia c’è tanto da fare sia in entrata che in uscita, con il DS Nember attivo da giorni per fornire a Stroppa una rosa in grado di conquistare una salvezza senza patemi. Focalizziamoci sui calciatori che probabilmente lasceranno Foggia a stretto giro di posta.

Antonio Vacca– Ormai ai ferri corti con la società, il centrocampista è richiesto da Parma e Bari in Serie B e dal Crotone in Serie A. La sua avventura in maglia rossonera si concluderà al 100%  nei prossimi giorni. Nember ha dichiarato: “In questo momento non c’è nessun tipo di accordo preciso per la sua cessione ed attualmente non ci sono richieste. Il giocatore non ha interesse di rimanere a Foggia ed è giusto che cambi aria, ma se non dovessero giungere offerte e dovesse rimanere qui sarà comunque fuori dal progetto”.

Vincenzo Sarno– Fuori rosa da quest’estate, il fantasista è richiesto da Lecce, Catania e Pro Vercelli

Alan Empereur- Offerte in Serie B per il difensore brasiliano, anche lui ai margini del progetto tecnico

Elio Calderini– Non mancano gli estimatori per l’esterno ex Fondi, in particolare da club di Serie C (in particolare Cosenza, Matera, Padova e Sambenedettese)

Kyllan Ramè– Vero oggetto misterioso del Foggia 2017/18

Davide Lodesani- Nel mirino della Fidelis Andria

Francesco Nicastro– Anche lui fuori dai piani tecnici, ma difficilmente potrà partire per l’art.5 comma 4 del regolamento FIGC, che cita “un calciatore non può disputare partite ufficiali per più di due società che competono nello stesso campionato nazionale o Coppa durante la stessa stagione” avendo giocato con il Pescara in Tim Cup

Per rimanere aggiornato su questo argomento segui la redazione di Foggia Reporter anche su Facebook, Twitter e Instagram 
0
Condivisioni
Pinterest Google+

Nessun commento

Lascia un commento

Articolo precedente

Bomba carta nella chiesa di San Filippo: intervengono gli artificieri

Articolo successivo

Al GrandApulia il 5 gennaio la notte bianca dei saldi